I Lions festeggiano la fine della stagione

Mediagallery

Con una riuscitissima festa alla quale hanno partecipato circa 200 persone, si è conclusa, per i Lions Amaranto Livorno, una stagione ricca di soddisfazioni. Un’annata memorabile, alla quale è mancata (per un soffio) solo la meta più bella: quella della promozione della prima squadra in serie B. Durante la festa, tenutasi martedì sul campo della via della Chiesa di Salviano, quartier generale della società labronica, sono stati premiati tutti gli atleti, tutti i dirigenti e tutti i tecnici delle varie rappresentative: prima squadra, seconda squadra (quella dei Lions Salviano), under 18, under 16, 14, 12, 10, 8 e 6. La delusione per aver fallito per pochissimo (anche per un briciolo di sfortuna) il ritorno in B non ha scalfito l’entusiasmo e la voglia di ripartire di slancio. I Lions sono attualmente in attesa di sapere se sono concrete le possibilità di un ripescaggio nella serie cadetta. Intanto una prestigiosa ‘meta’ è stata messa a segno dal giovane pilone (classe ’96) Antonio Barducci, selezionato per entrare nella prestigiosa Accademia Federale di Parma, di fatto il college con i migliori elementi nazionali under 19. Nella prossima stagione, Barducci giocherà in A, con la squadra dell’Accademia. I Lions non nascondono la propria grande soddisfazione per averlo lanciato definitivamente nel mondo della palla ovale di alto livello.

“Grazie a tutti – ha detto il giovane avanti nella festa di Salviano – non dimenticherò mai gli insegnamenti e le amicizie che ho trovato con la maglia Lions. Se sono cresciuto come persona e come giocatore, lo devo soprattutto a voi”. Barducci, al pari del suo coetaneo Dario Basha, è stato convocato per il raduno dell’Italia under 19 in programma a Tirrenia dal 22 al 27 luglio. Il raduno precede la tournée degli azzurrini in Sud Africa. Basha, terza linea ala, che al pari di Barducci è reduce dalla brillante esperienza con l’Accademia Federale di Prato, ha ancora concrete possibilità di essere inserito negli ‘eletti’ dell’Accademia di Parma. I Lions Amaranto, da sempre (o meglio: dal 2000 anno della loro fondazione) investono grandi risorse al proprio vivaio. La società amaranto ha aiutato Basha e Barducci (ma anche Gaggini, Taerzedeh e Magni, altri giovanissimi elementi già nel giro della prima squadra) a raggiungere traguardi di spessore. Durante la festa di martedì sera a Salviano, si è toccato con mano la volontà del club livornese di continuare sulla strada intrapresa: la precedenza viene data sempre alle under. I risultati ottenuti a livello seniores poi sono una naturale conseguenza.

Riproduzione riservata ©