I Lions Amaranto vogliono ruggire ancora

Mediagallery

Una splendida festa ha dato inizio, ufficialmente, alla stagione dei Lions Amaranto Livorno. Nella serata di domenica 20 settembre, nel proprio quartier generale della via della Chiesa di Salviano, alla presenza, in tutto, di circa 400 persone (giocatori, tecnici, dirigenti, simpatizzanti e familiari), sono stati illustrati progetti e ambizioni delle varie rappresentative. Presente lo staff della prima squadra (che venerdì prossimo renderà visita, in amichevole al Cus Pisa; la prima fatica della C interregionale è invece in programma il 25 ottobre), presente la formazione ‘old’ e presenti i giovani e i giovanissimi delle compagini under 14, under 12, 10, 8 e 6. Presenti inoltre le due compagini sinergiche del Granducato (l’under 16 e l’under 18), nate questa estate grazie alla proficua collaborazione fra gli stessi Lions e gli Etruschi Livorno. Ciascuna squadra Lions (in una sorta di crescendo anagrafico: si è cominciato dall’under 6 e si è concluso con gli ‘old’) è stata chiamata sul palco dal ‘gran cerimoniere’ Emanuele Bertolini, il consigliere amaranto addetto agli eventi (nonchè socio fondatore – insieme al presidente Mauro Fraddanni – del club). Hanno simpaticamente preso la parola anche i giocatori under 6, 8, 10, 12 e 14. Interventi pure del nuovo allenatore della prima squadra Marco Milianti e del coordinatore gruppo allenatori del Granducato Massimo Milianti. Al termine della cerimonia di presentazione, sempre nell’impianto di Salviano, cena e musica. Una grande festa, che dimostra la vitalità di un sodalizio che dal 2000 – anno della sua fondazione – è cresciuto in modo esponenziale. I traguardi – e le mete –, ogni stagione, diventano sempre più ambiziosi.

Riproduzione riservata ©