Rugby Livorno, l’under 10 conquista il Trofeo Borelli

Mediagallery

Neanche questa domenica, la prima del grande caldo, questi atleti si sono scoraggiati; in circa 900 bambini hanno raggiunto i campi assolati di Firenze per disputare le 130 partite dell’Ottavo Trofeo Francesco Borelli.
L’Under 10 ha formato due squadre, il Livorno Rugby Verde e Bianco. La squadra Livorno Verde vince 2 a 1 col Florentia A, poi 1 a 0 con l’Elba e perde 3 a 2 col Firenze Rugby Blu, qualificandosi prima del suo girone. Il Livorno Rugby Bianco vince 2 a 0 col Perugia, 5 a 0 col Florentia B, e perde 3 a 0 col Gispi, qualificandosi seconda del suo girone. Purtroppo, dopo le partite di girone, la sorte ha visto le due squadre del Livorno doversi fronteggiare in un super derby, alla fine del quale è uscita vittoriosa la squadra Bianca. Successivamente la partita tra il Livorno Rugby Bianco ed il Parigi ha acceso davvero il tifo di tutti; entrambe le squadre, molto tecniche e molto grintose, hanno lottato fino alla fine; vince il Livorno 2 a 1, quando il sole è già alto e torrido. Il Livorno Verde intanto, decide d’accordo col Prato di non giocare la partita sotto il solleone, ed entrambe le squadre si aggiudicano così il quinto posto. Dopo pranzo si sono incontrate in finale il Livorno Rugby Bianco ed il Gispi. La partita è stata davvero emozionante e tiratissima, praticamente giocata a centro campo a parte brevi veloci azioni, che hanno portato il Livorno in meta per ben due volte, permettendogli così di conquistare il primo posto. Incredibile come la motivazione abbia acceso il gioco della nostra squadra che, in campo i medesimi bambini, ha trasformato la precedente sconfitta di girone con una bella vittoria in finale contro il Gispi, una squadra comunque molto forte e tecnica con cui lo scontro regala sempre grande spettacolo. Terzi per l’Under 10 gli amici del Parigi. Allenatori in campo i nostri grandi tecnici Gabriele Biagiotti e Luca Isozio, accompagnatori Nicola Lenzi e Ilaria Gambini.
L’Under 8 del Livorno Rugby 1931 combatte con grande grinta e vince 5 a 0 contro il Florentia, 4 a 3 contro il Gispi e 3 a 0 contro i Cavalieri Prato. Sconfitta solo dal Sesto con un 2 a 1, vince poi col Perugia 3 a 2, 4 a 0 contro i Cavalieri, e si aggiudica un meritato Quinto posto. Il Gispi si aggiudica il primo posto ed il Perugia il secondo. Educatore in campo coi nostri bambini David Martini, accompagnatore Daniele D’Ammando.
Grande grinta anche da parte della nostra Under 12, che guadagna un ottimo Quarto posto, mentre per questa categoria abbiamo il Firenze al primo posto ed il Perugia al secondo. Allenatori con i ragazzi del Livorno Rugby 1931 Ferdinando Tavella e Piero Chiesa.
I piccoli campioni dell’Under 6 del Livorno vincono tutto a parte un incontro. Giulio Lenzi, un nostro grande atleta, si aggiudica anche la coppa “Fair Play” tra i giocatori dell’Under 6, mentre la coppa “Cerotto” va ad un giocatore del Parigi come primo infortunato del torneo, ed Andrea Gragnani della nostra Under 12 viene anche lui premiato con la coppa “Fair Play”.
Un ringraziamento agli organizzatori per questo caldo torneo fiorentino che chiude la stagione del rugby per quest’anno, con l’augurio che la fine dell’estate ci porti tutti di nuovo insieme a settmbre ad inseguire la palla ovale.

Giocatori in campo per l’Under 10 Bianca: Giulio Biagiotti, Amedeo Bianchi, Nicola Brancoli, Tommaso Gambini, Edoardo Giammattei, Leonardo Giunta, Samuel Isozio, Giorgio Lenzi, Leonardo Migli, Lorenso Nanni, Andrea Quartararo, Valerio Tavella; per l’Under 10 Verde: Gabriele Borgi, Luca Bruni, Francesco Casini, David Casolaro, Luca Francisco Fava, Federico Ferretti, Francesco Fezza, Gregorio Gambini, Gabriele Marchesan, Gabriele Morelli, Andrea Rossi, Valerio Taurasi, Matteo Zolesi; per l’Under 8: Nicolas Acquilini, Alberto Baccicalupo, Nicola Bargagna, Giorgio Barsotti, Saverio Bianchi, Vittorio Borgiotti, Giacomo Ciarcia, Mattia Cioni, Edoardo D’Ammando, Bruno Fava, Alessandro Martini, Guido Pozzi, JhonBruno Sproston, Enrico Crea; per l’Under 6: Diego Andreotti, Cristian Isozio, Alessandro Quartararo, Giulio Lenzi.

Veronica Tinucci

Riproduzione riservata ©