Rugby C2. Fulgida Etruschi tenta il blitz a Massa

Mediagallery

La Fulgida Etruschi Livorno è costretta a fare i conti con gravi assenze, ma vuole ugualmente chiudere con il bòtto il 2013. Domenica alle 14,30, nel quadro del nono ed ultimo turno del girone d’andata della serie C2 toscana, raggruppamento della costa, i verde-amaranto renderanno visita al Massa. Per le due formazioni si tratta dell’ultimo impegno dell’anno solare. Una fine d’anno che la società Etruschi, fuori dai rettangoli di gioco, sta celebrando con una iniziativa benefica di successo. Sta riscuotendo simpatia (e quello che conta di più sta garantendo un importante incasso a favore dell’AIL, l’Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma ONLUS) il progetto dei due calendari (uno con dodici foto della squadra maschile ed uno con dodici foto della squadra femminile) presentato ufficialmente alla autorità, alla stampa e agli sportivi nei giorni scorsi. I calendari sono posti in vendita, con offerta libera (minimo 7 euro ciascuno)

presse le edicole di piazza Garibaldi, di piazza Cavallotti, di via Goito, di via Roma (‘Filacanapa’), presso il negozio Terzo Tempo di piazza della Repubblica ed al Bar Lume in via Oberdan Chiesa. E’ possibile acquistarli anche on line all’indirizzo info@rugbyetruschilivorno.it (7 euro + 8 euro di spedizione). Domenica, a Massa, contro una compagine che può contare su un pacchetto solido, la Fulgida dovrà fare a meno degli squalificati Negrini e Kevin Campani e degli infortunati Bonsignori e Bonaretti. Per il resto, l’allenatore Daniele Campani può contare sugli stessi effettivi beffati domenica scorsa, proprio in extremis, dal Bellaria Pontedera. Il Massa (capace di battere nel suo ultimo impegno casalingo il temibile Pistoia) non è una formazione di primissima fascia, ma, in classifica, senza la pesante penalizzazione di 8 punti inflitta per il mancato allestimento, l’anno scorso, delle rappresentative giovanili obbligatorie, sarebbe, a quota 19,

a ridosso delle grandi. La Fulgida, sul campo, ha raccolto, nelle prime 8 giornate, 21 punti. Non si preannuncia, per i verde-amaranto una trasferta facile, ma, ripetendosi sugli alti livelli espressi nella penultima uscita stagionale, nel vittorioso confronto disputato sul terreno del Cus Pisa, i labronici possono imporsi. La sensazione è che Mazzoni e soci, d’ora in avanti, non possano permettersi il lusso di lasciar punti. Altrimenti il disavanzo dalle prime tre diventa incolmabile. I livornesi non hanno alcuna intenzione di limitarsi, nel girone di ritorno, ad un ruolo marginale del torneo. Serve, questa domenica, un ultimo sforzo e poi si potrà pensare alle vacanze natalizie. In serie C lo stop sotto l’albero dura ben sette settimane. Il sipario si riaprirà solo il prossimo 2 febbraio.

Riproduzione riservata ©