Rissa in campo fra rugbisti, volano coperchi dagli spalti

E’ finita in rissa la partita di rugby fra la Marbec Pistoia e gli Etruschi Livorno Seniores giocata domenica pomeriggio nella quarta giornata del campionato di serie C.
Il tutto è accaduto al 7′ del secondo tempo sul risultato di 8-7 per la Marbec. Nel corso di una mischia un giocatore degli Etruschi, dopo un contatto duro, avrebbe iniziato a colpire con dei cazzotti uno dei giocatori pistoiesi a terra. Una reazione scomposta che sarebbe però stata dettata dal comportamento provocatorio e fin troppo duro tenuto dagli avversari nel corso della partita. Nella scazzottata, avvenuta vicino alla rete, sono arrivati in difesa dei due “rivali” tutti i giocatori, mentre i tifosi, genitori e fidanzate dei giocatori, hanno iniziato a battibeccare e addirittura alla fine sono volati alcuni coperchi, oltre la recinzione del campo, utilizzati per il tifo. Sul posto sono arrivati gli agenti delle volanti e una pattuglia dei carabinieri quando però tutto era già tornato alla normalità. Si attendono ora i provvedimenti disciplinari della FederRugby.

 

 

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # Antonio

    Meno male che per il terzo tempo avrebbero dovuto usare le pentole,se dovevano usare le mazze da baseball….

  2. # Alessandra

    Alla faccia dei valori dello sport…terzo tempo etc e poi e’ il calcio violento

  3. # Swami P

    favaini cor terzo tempo e cor rugby de

  4. # Federico

    Concordo al 100% con Alessandra. Se fai pubblicità martellante alla tua pulizia non puoi permetterti neanche una volta di andare a giro coi calzini sudici. Non ci sarebbe stato niente di male in una discussione che è degenerata, per quanto l’episodio sia da stigmatizzare, ma il fatto che sia successo in un campo da rugby, dopo tutto il parlare di quanto siano più sportivi degli altri sportivi, riporta tutto quel movimento sulla terra.

  5. # vival'intelligenza

    Già…ma chissà com’è che una cosa così nel rugby s’è sentita solo qui. E guarda combinazione una delle due squadre è di livornesi… mah!

  6. # MAURO

    DI QUESTI EPISODI CON IL RUGBY SE NE CONTANO AL MASSIMO 1 SU 1000 .
    A CALCIO SUCCEDONO TUTTE LE DOMENICHE ANCHE ALLE PARTITE DEI BAMBINI.

    V E R G O G N A !!!

  7. # NG10

    Oh si avete proprio ragione!!!Che scandalo che in una partita di “amatori” in serie C si sia fatto a botte e siano volate delle padelle sugli spalti.. un episodio sicuramente da “stigmatizzare”!!
    Molto meglio nel calcio dove nei massimi campionati professionistici fuori e dentro gli stadi si accoltellano e si ammazzano.. non c’è paragone!

  8. # Indro

    il rugby è uno sport da buzzurri, ma già lo sapevamo

  9. # antony

    Se la prossima volta invece delle pentole dovesse volare pasta …avvertitemi ..vengo anch io ! …con la miseria che c ė!!! ….:-D

  10. # Federico

    Il movimento è in forte espansione e le “teste matte” arrivano anche da noi, fortunatamente eventi come questo sono molto rari.

  11. # Enrico

    mi dovete spiegare dove avete visto le pentole tirate in campo!!!
    facevo parte della partita quindi posso dire con certezza che le pentole (in realtà solo coperchi) erano usate come tamburi e nient’altro.

  12. # Chico

    …..purtroppo, anche se rarissimamente, son cose che possono succedere, ma che non fanno buona pubblicità al più bello e sano sport di squadra che ci sia.
    Cmq al contrario del calcio, in questi casi la “mano” della FederRugby andrà giù molto dura.

  13. # Gerone

    Quello che accade sul campo resta sul campo e fa parte del gioco. Finita la partita si sta tutti insieme e le botte diventano amicizia. Questa è la differenza con il calcio, il rugby è uno sport naturalmente affettivo e le botte fanno parte del gioco come tra fratelli, la violenza/forza fisica e la violenza/odio prevaricazione sono due cose diverse, la prima è buona e salutare, forma il carattere e lega amicizie la seconda è il male del mondo. La grande crescita di questo sport ha portato tanta gente che non ha la cultura di rispetto che c’è nel rugby, soprattutto genitori abituati ai campi di calcio dove il rispetto non sanno neanche cosa sia e non per colpa del calcio che è un bellissimo sport ma dello sfruttamento economico – e quindi della cultura negativa – che ne è stato fatto. Il rugby è così potente che anche dove ci girano miliardi come nel calcio resta sempre e comunque una grande festa.

  14. # ilmoretto

    In effetti qualche pentola è stata sventolata… ma più che altro un’accesa protesta sia del pubblico che fra i giocatori.. dove spesso il gioco già maschio di per se sublima in gesti di stizza.. che si limitano anche in questo caso.. al solo campo.. il problema.. in questo caso è stato causato un arbitro giovane che impaurito da una scazzottata da uomini che già fanno la guerra per tutta la partita.. ha pensato di chiamare la Polizia per sedare gli animi.. in realtà sedati e deusi nell’istante dei tre fischi finali.. e l’arrivo delle forze dell’ordine è stato accolto con una bella stretta di mano ed un sorriso.. nonchè con le scuse dei giocari per il diusturbo.. quindi alla fine solo il gusto amaro di non essere riusciti a regolare in campo la situazione.

  15. # mah

    GRANDE PINI

  16. # Gerone

    Ho visto partite di bambini dove l’arbitro ha sospeso il gioco per gli schiamazzi dei genitori e – insieme ai bambini di tutte e due le squadre – è andato sotto gli spalti a chiedere ai genitori di …. IMPARARE DAI LORO FIGLI, TUTTI ABBRACCIATI INSIEME PERCHE’ “INSIEME” SI GIOCA E NON “CONTRO”. I genitori in silenzio hanno capito e sono rimasti dopo la partita, hanno mangiato e si sono divertiti fino a sera che se non li portavano via i figlioli ormai stanchi erano sempre li a godersi la magnifica giornata. Viva il rugby, viva lo sport.

  17. # Gerone

    …. e ai miei tempi se ne combinavano anche di peggio, leggetevi la storia del Rugby Livorno, uno dei club più importanti d’Italia, leggete delle trasferte a Frascati! Storie di botte, goliardie e amicizia, di valori sinceri e sempre, sempre sempre: RISPETTO! Quindi attenzione anche ai club perché quando sugli spalti si esagera non ha senso giocare, soprattutto quando ci sono i bambini.

  18. # Blabla

    Sono proprio curioso di sapere chi ha raccontato questo partita. I fatti descritti nell’articolo non sono realmente accaduti o meglio c’è stata una rissa ma non è andata come riporta l’articolo.Ovviamente non è volata nessuna pentola. Chi ha raccontato queste cose chissà che partita ha visto!Siamo nel 2013 e non possiamo ancora fidarci delle notizie che ci vengono trasmesse.. Mah!

  19. # PITTARO

    indro COMMENTARTI è VERAMENTE DIFFICILE…

  20. # Capitan Nemo

    Probabilmente è proprio il successo mediatico degli ultimi anni che sta iniziando a rovinare questo sport, come a suo tempo è successo col calcio….

  21. # Rugby lover

    VERGOGNA!!!….uno sport come il Rugby non può essere praticato da chiunque.

    Tornatevene a giocare a pallone.

  22. # amaranto67

    hai perfettamente ragione, le botte in campo ci son sempre state, anche dure, ma le cose del campo alla fine si risolvevano in campo, una volta fuori nessuna tensione.
    sul fatto che il rugby sia al riparo dall ansia da risultato e dalla cultura del vincere a ogni costo non sono cosi sicuro, in italia il rugby non è ancora un movimento di massa capace di generare un giro di soldi tale da trasformare il rugby da sport di base in un industria e creare le storture che questo fenomeno ha generato a livello di aspettativa economica nei tesserati dalle nuove leve in su.

  23. # svitowsky

    …..ahahahahahahahah. ….complimenti per la fantasia! !!! Io c’ero alla partita e di pentole volare, non ne ho vista nemmeno una!!Dovete scrivere i fatti come sono andati veramente,per vendere di più scrivete dei film di fantascienza!!!! Comunque gente, prima di sparare sentenze e pipponi moralisti, informatevi meglio e degli articoli che leggete, la verità presa con le pinze!!!!Non dico che ciò che è successo va bene, anzi,ho provato vergogna, però deh, scavolare così no!

  24. # Paolo

    Il bravo giornalista gonfiando i fatti ha dato spazio a chi non vedeva l’ora di infierire su uno sport pulito con sani principi che non può essere minimamente assimilato al calcio.
    Una rissa in campo non è niente, una volta finita e allontanati dal campo 3,4 giocatori si riparte, si finisce la partita, si fa il terzo tempo, ecc.
    Il pubblico poteva stare a guardare in quanto pubblico, sennò vada in campo a giocare. L’arbitro era li, deciderà per quello che è accaduto e chi ha sbagliato pagherà e se è un rugbysta vero chiederà scusa.
    Detto questo, prima di parlare male del rugby, lavatevi la bocca.

  25. # Marchinho

    Molto semplicemente…questa è Livorno. Ogni sport da noi viene esasperato,i buzzurri siamo noi. Altrove non succedono o accadono molto di rado. Siamo retrogradi.

I commenti sono chiusi.