Turrini e Masini Luccetti sono carichi: “Pronti a stupire anche all’Europeo”

Mediagallery

Mentre Martina De Memme si appresta a vivere gli Open d’Ungheria (oggi gli 800 Stile Libero, a seguire 400 e 200), nell’ultima possibilità di conquistare il pass europeo per la rassegna di Berlino, in casa Nuoto Livorno prosegue a ritmi serrati il lavoro dei già qualificati Federico Turrini e Chiara Masini Luccetti, reduci da tre settimane all’insegna della fatica sui monti della Sierra Nevada.
“Il collegiale spagnolo è andato davvero bene sotto ogni aspetto – ha commentato Turrini – fino a oggi avevamo scelto l’alta quota per preparare gli Assoluti Primaverili, ma vista la lontananza dell’Europeo (18-24 agosto, ndr) la federazione ci ha concesso un secondo ciclo e personalmente spero di raccogliere ulteriori giovamenti”.
Doppio bronzo continentale nei 400 Misti in vasca corta, adesso Federico è maturo per dire la sua anche sui 50 metri: “La medaglia di Herning (dicembre 2013, ndr) mi ha sicuramente trasmesso fiducia, consapevolezza che ho le carte in regola per giocarmela con tutti anche in lunga; gli avversari non mancheranno, a cominciare dall’ungherese Verratzo, all’israeliano Nevo eppure i tedeschi, nuotando in casa, non andranno sottovalutati”.
Al suo fianco, e insieme al tecnico federale Stefano Franceschi, a Berlino ci sarà Chiara Masini Luccetti, colonna della 4X200 Stile Libero capitanata da Federica Pellegrini: “Far parte del quartetto azzurro sarà un onore, oltre che un grande stimolo; rispetto a due anni fa, quando l’Europeo fu collocato prima delle Olimpiadi di Londra, prevedo una gara molto più competitiva ma dico anche che ce la metteremo tutta e abbiamo le qualità per difendere il titolo”.
Classe 1993, al momento tesserata solo per il G.S. Forestale, la Masini Luccetti è ormai una labronica d’adozione con un sogno nel cassetto, quello di tutti gli atleti, il sogno a cinque cerchi: “Non lo posso negare, ma per realizzarlo occorrerà rimanere su questi standard per i prossimi due anni; di conseguenza preferisco vivere alla giornata e pensare all’Europeo, nel 2015 a qualificarmi per i Mondiali di Kazan e nel 2016 punteremo Rio”.

Riproduzione riservata ©