Pallanuoto. Stagione da urlo per Nuoto Livorno

Mediagallery

Pallanuoto Reggiana 5
Nuoto Livorno 11
NL: Sofia, Dini, Biasci (2), Carano (1), De Laurentiis, Sturla, Pizzo (4), Salvadori, De Zordi (2), Mellacina (1), Turrini, Toninelli (1), Pasquetti. All. Romano.
Parziali: 1-3, 0-2, 2-2, 2-4

Un pizzico di amarezza per non aver custodito il secondo posto (occupato da inizio campionati fino a 3 giornate dal termine) rimane. Si tratta di una reazione normale, fa parte del dna di uno sportivo. Sportivi che la Nuoto Livorno (settore pallanuoto) ha dimostrato di vantare durante l’intero arco della stagione. Atleti veri, ragazzi veri, capaci di andare a vincere su campi difficilissimi, salvo poi cedere nel derby contro i cugini della Pnl in quella che è stata la chiave di lettura di un’avventura (da neo promossi) ricca di aspetti positivi. Basti pensare ai 23 gol della boa Michele De Zordi (capocannoniere della squadra), un bomber silenzioso che mai si è lamentato delle dozzine di colpi ricevuti dai difensori avversari; basti pensare all’inserimento di Luigi Mellacina (ex Latina, 19 gol) e soprattutto basti pensare al superlativo campionato di Nicola Turrini (3 reti, fratello del medagliato europeo in campo natatorio, Federico), fino a un anno e mezzo dorsista della squadra di nuoto. E poi come non spendere tante, belle, parole per i veterani a cominciare da capitan Daniel Pizzo, 8 gol nelle ultime due uscite a Firenze e Reggio Emilia e autentico faro del team insieme al tecnico Federico Romano. Applausi pure per Luca Biasci (11), Jacopo Toninelli (5), Giacomo Sturla, i portieri Sofia e Pasquetti, Raffaele Carano e per i giovani Luca De Laurentiis, Tiziano Salvadori e Federico Albanese, tutti protagonisti di un’annata coi fiocchi, ne siamo certi, proseguirà dal prossimo ottobre. In quale categoria non lo sappiamo, perché nonostante il terzo posto in classifica (alle spalle delle due formazioni fiorentine, N.G.M. e Acquasport) ogni estate le rinunce e i ripescaggi fioccano. Male che vada sarà ancora Serie C per l’assalto alla B sul campo.

Riproduzione riservata ©