Luci, parola di capitano: “Siamo forti. Ceccherini? Mi aspettavo la convocazione”

di rcampopiano

Mediagallery

Gli impegni della Nazionali hanno fermato il campionato di serie A. Nicola sfrutterà questo momento per recuperare qualche acciaccato e per capire cosa non ha funzionato nel 4-0 di Napoli. Un passo falso ci può stare, specie contro una super corazzata come quella partenopea, ma i modi con i quali sono arrivati fa pensare. Il tecnico non potrà contare sui nazionali Bardi, Benassi, Decarli e Ceccherini.
A provare a dare una spiegazione al ko del San Paolo ci ha provato anche Luci: “Tutti i nostri schemi sono saltati dopo il gol a freddo di Pandev, altrimenti sarebbe stata un’altra partita. Purtroppo è andata così, ma sicuramente il primo tempo è da salvare. Ora ci attendono quattro gare importanti, ma pensiamo soltanto a quella contro la Sampdoria.

Il campionato – La serie A è tutta un’altra realtà rispetto alla cadetteria: “Al primo sbaglio vieni punito. Serve massima concentrazione in ogni partita e devi dare il 110%. Noi vogliamo sempre imporre il nostro gioco, ma è normale che in A questo non è possibile. Sarà un campionato più difensivo per noi. Noi ce la possiamo giocare insieme ad altre sei o sette squadre, ma noto che c’è anche chi sta peggio di noi”.

Ceccherini e Mazzoni – Il difensore è stato convocato per la prima volta da Di Biagio con l’Under 21: “Non sono affatto sorpreso, anzi. Mi chiedevo perché ancora il ct non si fosse accorto di lui. Nelle precedenti convocazioni comparivano giocatori che a volte non giocavano titolare neanche in serie B”. Il suo amico Mazzoni nonché socio in affari non sta passando un bel periodo a Padova: “Dispiace a tutti non giocare. Purtroppo queste sono scelte e dobbiamo accettare le conseguenze”.

Il Livorno in campo – Il capitano è convinto che questa squadra abbia tutte le carte in regola per salvarsi: “Non penso che a sinistra abbiamo un buco perché Mbaye, Gemiti e Lambrughi quando sono stati chiamati in causa hanno fatto bene. Il 3-5-2? Possiamo giocarsi tranquillamente anche se credo che tutti i moduli vadano bene perché l’importante è che tutti lottiamo per la stessa causa”.

Riproduzione riservata ©