Torneo di Viareggio: riecco il Livorno. I giovani amaranto sognano l’impresa

di rcampopiano

Mediagallery

Nel prossimo torneo di Viareggio ci sarà anche il Livorno. L’annuncio è stato dato dall’organizzazione attraverso un comunicato. I giovani amaranto mancavano a questo appuntamento dal 2010 quando l’allora squadra guidata da Ruotolo chiuse all’ultimo posto il suo girone dietro a Juventus, Legia Varsavia e Vicenza. In quella squadra c’erano sia Bardi che Ceccherini, protagonisti con i big ora in serie A. Di quella spedizione facevano parte anche altri giocatori che in amaranto hanno avuto alterne fortune: Remedi, Prutsch, i Moscati e Lignani. Vedendo l’ottimo lavoro che sta facendo l’attuale allenatore Zanetti sicuramente (ma tocchiamo ferro) il finale sarà diverso.  Per l’intera area tecnica si tratta sicuramente di una grande soddisfazione.

Il Torneo torna alla vecchia formula della 32 squadre (16 italiane, 16 straniere) con l’aggiunta di quattro o sei «big» che entreranno d’ufficio alla soglia degli ottavi. In pratica si tratta dei club che parteciperanno alla Champions a livello Primavera. Sicuramente le italiane Juventus, Napoli e Milan più l’Anderlecht, vincitrice dell’ultimo torneo. Ma visto che sono state invitate anche Barcellona, Real Madrid e Bayern Monaco, ecco che la griglia della seconda fase potrebbe subire altre variazioni.

Ci saranno 32 squadre divise in 8 gironi da quattro. Sicuramente passano le prime di ogni girone (otto), il resto delle sedici della seconda fase è tutto legato al discorso di cui sopra, cioè al numero delle big subentranti dagli ottavi. Si prospetta un torneo di altissimo livello, fortemente voluto dalla Figc che ha concordato con il Cgc anche il cambio della data: dal 3 al 17 febbraio 2014, onde non intralciare il programma internazionale delle squadre Primavera.

Il sorteggio della 66a edizione è stato fissato per il 3 gennaio 2014 nella sala di rappresentanza del comune di Viareggio, mentre la presentazione ufficiale avverrà il 27 gennaio presso il Gran Teatro Puccini di Torre del Lago

Riproduzione riservata ©