Nicola: “Mi aspettavo tutte queste difficoltà. Ora serve intervenire”

Mediagallery

di RICCARDO CAMPOPIANO E SIMONE PANIZZI

Nicola probabilmente non si aspettava di uscire dal Picchi con un pugno di mosche in mano. Non lo dà a vedere, ma dentro di sé un misto di rabbia e delusione che gli provoca brutti pensieri. Questa squadra necessita come il pane di innesti di qualità, anche se il tecnico va dritto per la sua strada: “Questa è una categoria non facile dove al primo errore vieni puniti. Anche questa volta avevamo recuperato, però nel secondo tempo l’Udinese ne aveva più di noi perché non aveva speso moltissimo. Tutti noi eravamo consapevoli delle difficoltà che avremo incontrato in campionato e da domani sarò di nuovo a lavoro nonostante la sosta. Voglio ricordare che in questa rosa ci sono 14 esordienti quindi è normale avere dei problemi. Probabilmente 15-16 punti gli avremo meritati per quanto dimostrato, ma evidentemente non è così. In queste partite sono usciti fuori i valori e siamo tutti consapevoli che c’è qualcosa da migliorare. Solo che va fatto il prima possibile perché il 5 gennaio si torna subito in campo e ho grande voglia di fare punti così come tutti i ragazzi”.

Ritrova il sorriso dopo una settimana complicata Francesco Guidolin: “Vincere in trasferta è speciale, dedico i tre punti ai tifosi che ci hanno seguito a Livorno. Avevamo voglia di riscatto dopo la brutta figura con il Torino, oggi c’è stata sia la prestazione che il giusto temperamento”.

Semplice il commento tecnico della gara: “Abbiamo sofferto il contropiede nel primo tempo, ma è un segnale di quanto fossimo votati all’attacco. Nel finale mi sono arrabbiato perché volevo che rimanessimo bassi, dovevamo difendere il risultato”. Infine, qualche battuta sui singoli: “Douglas era all’esordio e ha tenuto bene il campo per un’ora. Nico Lopez è un ragazzo che fisicamente deve ancora maturare ma ha ottime qualità. Commette delle ingenuità, ma è il mio lavoro farlo crescere da questo punto di vista. Lui come tutti gli altri ragazzi della rosa”.

 

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # gigi della maranga

    Occorrono almeno 6 giocatori che sappiano stoppare la palla

  2. # CHICO

    Ma com’ e pensabile di giocare in serie A con una squadra che dovrebbe lottare per rimanere in serie B???

  3. # Augusto

    Concordo pienamente. Se ogni volta che fai uno stop la palla ti va a 2 metri di distanza non puoi fare la serie A.

  4. # sartana

    l’anno scorso c’è stato il miracolo della promozione con i meriti maggiori da parte di Nicola. Questo campionato ci ha visti alla partenza con la squadra più debole.
    Se non arrivano rinforzi arriviamo ultimi, salvo altri miracoli di Nicola che però mi sembra una persona normale e non un Santo che possa farne altri.
    Comunque sempre forza Livorno e auguri a tutta la squadra e tutti i tifosi.

  5. # fox65

    Nicola la palla va buttata dentro….se paulinho fa il dodicesimo per l’Udinese prendi qualche ragazzo della primavera….sicuramente e’ più attaccato alla maglia

  6. # lua

    Nicola dai le dimissioni dai retta a me spinelli ti rovina pazienza se perdi i soldi avrai altre occasioni di allenare in a

I commenti sono chiusi.