Fedato ko, salta la trasferta di Cesena. Pinsoglio: “Serve atteggiamento vincente”

di rcampopiano

Mediagallery

Alla libreria “Un libro per amico” in corso Mazzini è stato, nuovamente, presentato a stampa e tifosi il libro “Livornocento, un secolo di passione amaranto”. A far gli onori di casa è stato il titolare Gian Marco Mura: “E’ un onore per noi poter ospitare il Livorno per promuovere questo libro. La stagione è iniziata in maniera positiva, quindi quale migliore occasione per tornare a parlare del centenario. Ci sono stati tanti campionati dove gli amaranto sono stati protagonisti. In questa città c’è sempre stato un tifo molto acceso e noi non sappiamo stare senza calcio. Il libro è completo in ogni suo aspetto”.
Per il Livorno dapprima ha preso la parola l’addetto stampa Paolo Nacarlo: “Questo volume è sempre di attualità visto che siamo sempre nell’anno del centenario. Al suo interno ci sono moltissimi aneddoti, foto e curiosità. Penso che sia giusto ricordare che il centenario continua sempre”.
A rappresentare la squadra vi erano Lambrughi, Pinsoglio e Aramu. Quest’ultimo ha parlato del suo stato di forma e di questo primo scorcio di stagione in amaranto: “Ho avuto subito un’ottima impressione. La città è molto calorosa e i tifosi ci stanno sempre vicino. Ora dobbiamo dimenticarci Spezia e preparare al meglio la trasferta di Cesena”.
Anche per Pinsoglio le prime impressioni sono state più che positive: “Avere Panucci a disposizione è sempre un qualcosa in più perché con la sua esperienza ti può dare sempre qualche suggerimento in più. E’ importante per me sentire la sua fiducia. La Juventus? E’ stata importante per me perché ho appreso molto dai big. Con Zaccheroni e Ferrara sono stato spesso in panchina e a Marassi ho ‘rischiato’ di debuttare. Tuttavia per un giocatore il momento più importante è quando ti stacchi e cominci a giocare”.
Lambrughi ormai si può considerare un livornese a tutti gli effetti visto che ha superato le 150 presenze in amaranto: “La serie A? Ad essere onesti ci speravo l’anno scorso. Ora siamo soltanto gli inizi, il campionato è lungo e serve molta pazienza. L’importante è restare calmi e fare più punti possibili. Per quanto riguarda mister Panucci, lo scorso anno ha avuto poco tempo per imporre gioco e idee. Quest’anno è diverso perché ha potuto fare la preparazione. Il sacrificio e la cultura del lavoro però non sono mai cambiati”.
Fedato ko – In vista della delicata trasferta di Cesena, Panuci dovrà fare a meno di uno tra i più informa. Fedato infatti oggi non si è allenato a causa di un trauma distorsivo alla caviglia sinistra. La speranza è che sia una cosa lieve e che non debba stare troppo lontano dal campo. Inoltre la prossima settimana mancheranno anche Maicon e Calabresi a causa degli impegni con le rispettivi nazionali.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # antispinelliano 1312

    Forza ragazzi!!!! Chi non va a Cesena ascolti la partita alla radio basta dare soldi a sky!!! No al calcio moderno ultras liberi 1312

I commenti sono chiusi.