Di Carlo non ci sta: “Questa partita ci servirà da lezione. Puniti da episodi”

di rcampopiano

Mediagallery

L’umore di Di Carlo non può che essere dei peggiori. Vedere la sua squadra passare dallo 0-2 al 4-2 non fa sicuramente piacere e l’allenatore non fa niente per nasconderlo: “I demeriti nostri sono evidenti – commenta a Radio Bruno – perché abbiamo commesso qualche errore singolo di troppo. Il Livorno se l’è giocata a viso aperto per tutta la partita, poi il primo gol e due autoreti hanno fatto il resto. Sul 2-1 con Greco si poteva fare il raddoppio e domenica scorsa sappiamo con Pandev cos’è successo. Questa partita ci deve essere da esempio per le prossime sperando che magari domenica prossima sia il Bologna a fare due autoreti. La differenza penso che l’abbiano fatta gli episodi e non la tattica. Sicuramente con il Bologna non dobbiamo concedere occasioni e lasciare spazi come fatto oggi”.

Non usa giri di parole il direttore sportivo Capozucca: “Sapessi cos’è accaduto sarei mago Merlino. Nel primo tempo il 2-0 era fin troppo stretto perché avevamo avuto altre occasioni. Nulla faceva presagire una debacle del genere. Nella ripresa ci sono stati troppi errori difensivi e sfortuna perché abbiamo subito due autogol. Spero che i giocatori non si siano rilassati perché sarebbe grave vista la nostra classifica. Spiace per come è andata visto che Di Carlo ha portato una mentalità diversa perché la squadra anche in trasferta se la gioca con tutti. Onestamente prendiamo troppi gol per una squadra che si deve salvare”.

Grande il rammarico anche per Emerson: “Non so cosa sia successo. Forse siamo entrati in campo già convinti di aver vinto la partita. Non ci possiamo permettere questi errori perché in partite come queste ti giochi una stagione. Incredibile prendere quattro gol in 45 minuti, abbiamo buttato via tre punti che servivano come il pane per la nostra classifica. Era normale che la Sampdoria volesse recuperare, ma noi dovevamo essere bravi a restare compatti, ma non ci siamo riusciti. Ora sotto con la prossima partita perché per fortuna siamo ancora lì a soli due punti dal Bologna”.

Riproduzione riservata ©