Livorno-Cagliari, diretta dalle 20,45. Borja convocato, le formazioni. Nicola avverte: "Sfida con una squadra da top ten"

di rcampopiano

Mediagallery

CLICCA IL TERRENO DI GIOCO PER VISUALIZZARE LE FORMAZIONI

 

IL PUNTO SUL CAGLIARI – LEGGI QUI

Sette punti in quattro gare. L’inizio del Livorno è stato più che buono, a discapito di molti che davano gli amaranto per spacciati già prima dell’inizio del campionato. La squadra di Nicola non si è lasciata condizionare da quanto gli veniva detto contro e si è unita ancora di più. E i risultati gli stanno dando ragione. Dopo la sconfitta contro la Roma, Luci e compagni hanno dimostrato che in serie A ci possono stare tranquillamente. E ora non si vogliono certo fermare. In caso di successo contro il Cagliari i punti in classifica diventerebbero 10, un quarto di quanti ne servono per la salvezza. Non male.

La sfida – I sardi sono reduci dal rocambolesco pareggio contro la Sampdoria con Agazzi protagonista in negativo. L’undici di Lopez, che dovrà fare a meno di Cossu, verrà a Livorno con l’obiettivo di portare a casa i tre punti, ma dovrà fare i conti con una squadra che viaggia con il morale a mille. Nicola ha più di un motivo per sorridere. In difesa può contare sul rientro di Emerson con Rinaudo, tra i migliori a Marassi, che si accomoda in panchina. A centrocampo c’è Duncan al posto di Biagianti mentre tra i convocati c’è anche Borja. Il colombiano può finalmente sedersi in panchina visto l’arrivo del transfer. Un’arma in più per Nicola che finalmente avrà un altro attaccante a disposizione.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA

CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRLA

Gli avversari – Nicola sa benissimo qualI insidie nasconde la sfida contro il Cagliari: “Sarà una prova difficile. Loro sono tra le prime dieci squadre della serie A. Hanno una realtà consolidata e giocano da anni insieme con un modulo collaudato. Per noi sarà un test sicuramente interessante anche se abbiamo avuto poco tempo per prepararlo. La differenza in campo tuttavia la fanno sempre i giocatori: noi scenderemo in campo con l’umiltà che ci ha sempre contraddistinto”.

Genoa – Il mister torna a parlare anche del pareggio di Marassi: “Abbiamo avuto troppo timore di giocare specie dopo la traversa di Manfredini. Il baricentro si è abbassato e il Genoa ci ha schiacciato. Questo penso che sia dovuto ad un calo fisico di alcuni elementi, ma è normale vista l’intensità della partita”.

Il campionato – La scorsa giornata ha fatto clamore il ko del Sassuolo per 7-0: “Contro una realtà come l’Inter può capitare di incappare in una giornata no. E’ dura dire con esattezza se quanto accaduto sia giusto o sbagliato. Personalmente non gradisco né uno 0-0 né vittorie troppo eclatanti ma molto dipende dall’atteggiamento che tengono gli avversari”.

I convocati

Portieri: Anania, Bardi

Difensori: Decarli, Mbaye, Emerson, Ceccherini, Gemiti, Valentini, Rinaudo, Coda, Piccini, Lambrughi

Centrocampisti: Luci, Belingheri, Duncan, Greco, Schiattarella, Benassi, Mosquera

Attaccanti: Paulinho, Siligardi, Emeghara, Borja

Riproduzione riservata ©