Livorno-Atalanta 1-0. Paulinho show (uomo partita Quilivorno.it) e il pranzo è servito! Pagelle e interviste. E’ la svolta?

Mediagallery

LA CRONACA   LE INTERVISTE   RISULTATI E CLASSIFICA

di SIMONE PANIZZI e RICCARDO  CAMPOPIANO

Finalmente. Dopo aver gettato al vento punti preziosi a causa di decisioni arbitrali più che dubbie (vedi Verona e Torino), prestazioni sottotono (vedi Bologna) e poca esperienza (vedi Sampdoria), il Livorno ne coglie tre preziosissimi contro l’Atalanta al termine di una partita condotta in maniera esemplare dall’inizio alla fine. Eroe di giornata Paulinho. Suo il gol che regala una boccata d’ossigeno agli amaranto che finalmente raccolgono quanto seminano. L’espulsione di Carmona dopo neanche mezz’ora poi ha facilitato il compito di Luci e compagni che ora possono guardare con maggiore ottimismo alla complicata trasferta di San Siro contro l’Inter. Al Meazza tuttavia mancheranno Greco, Coda e Rinaudo che, diffidati, si sono visti sventolare in faccia il cartellino giallo da Russo. Peccato, specie per i primi due autentici pilastri di questa squadra. Ora però non è ancora tempo di lamentarsi perché c’è da godersi questi tre punti che proiettano il Livorno a quota 12, gli stessi del Milan.

Un nuovo Livorno – Nicola, causa infortuni e squalifiche, rivoluziona la squadra. In difesa, per contrastare la fisicità di Denis, c’è Rinaudo con Emerson avanzato a centrocampo, un po’ come successo a Verona. Sulla destra a causa della squalifica di Schiattarella c’è Mbaye, preferito a Piccini mentre a sinistra piena conferma per Gemiti. L’italo-tedesco merita sicuramente un encomio per come si sta riconquistando il posto dopo un avvio di campionato al di sotto delle aspettative a causa di una condizione fisica non perfetta. In attacco Nicola si affida a Siligardi lasciando in panchina Emeghara. La scelta premia il tecnico visto che l’ex Bologna è tra i più pericolosi e si trova a meraviglia con Paulinho. Per lo svizzero invece c’è stato solo uno scampolo di partita visto che il Livorno agiva solo di contropiede e la sua velocità poteva risultare utile.

Avvio boom – A differenza delle ultime partite dove il Livorno era sempre andato sotto nei primi minuti, ora il trend sembra essersi invertito. Prima Siligardi impegna seriamente Consigli, dopo Paulinho imbeccato splendidamente da Greco fa secco il portiere bergamasco. Gli unici problemi vengono da Moralez che spesso ha la meglio su Emerson. Nicola intuisce e allora sposta Ceccherini in marcatura sull’argentino che da quel momento non avrà più la possibilità di girarsi. L’espulsione di Carmona per somma di ammonizioni fa da cornice ad un primo tempo assolutamente perfetto.

La difesa tiene – Nella ripresa c’è l’ovvia reazione dell’Atalanta. Colantuono inserisce De Luca per dare maggiore peso all’attacco ma è il Livorno a divorarsi il raddoppio con Paulinho che dopo aver saltato Consigli trova sulla linea la respinta di Scaloni. Passato il pericolo i nerazzurri spingono il piede sull’acceleratore ma a parte qualche mischia in area amaranto non riescono mai a impensierire Bardi. Di contro il Livorno ha la possibilità di raddoppiare con Duncan (subentrato a Greco), ma il palo salva Consigli. Finisce così. Tre punti al Livorno che ora si prepara per l’Inter. Che gioia sarebbe fare lo sgambetto a Mazzarri.

Il tabellino

Livorno: Bardi, Coda, Rinaudo, Ceccherini, Mbaye, Luci, Emerson, Greco (77’ Duncan), Gemiti (60’ Piccini), Paulinho, Siligardi (69’ Emeghara). A disp: Aldegani, Anania, Valentini, Decarli, Piccini, Lambrughi, Benassi, Borja. All. Nicola

Atalanta: Consigli, Scaloni, Migliaccio, Canini, Raimondi, Del Grosso (61’ De Luca), Carmona, Cigarini, Moralez (84’ Marilungo), Livaja (38’ Baselli), Denis. A disp: Polito, Sportiello, Caldara, Nica, Brivio, Kone, Cazzola, Gagliardini. All. Colantuono

Arbitro: Russo di Nola

Rete: 10’ Paulinho

Note: angoli 4-3 per l’Atalanta, ammoniti Greco, Coda, Moralez, Cigarini, Rinaudo, Raimondi, espulso Carmona al 34’ per doppia ammonizione, recupero 1’+ 5’, spettatori 8.673

LE PAGELLE

LIVORNO

Bardi 6: rischia una mano uscendo su De Luca, è il suo unico pericolo del lunch match.

Coda 6: sussulti pochi, l’Atalanta attacca alla disperata solo nel finale e lui tiene. Ammonito, salta l’Inter.

Rinaudo 6: solita guardia al centro della difesa, contende a Denis le palle alte. Un altro della batteria dei diffidati che mancherà a Milano.

Ceccherini 6,5: francobollo sul tascabile Moralez, non lo lascia un attimo e inaridisce la fonte di imprevedibilità della Dea.

Mbaye 6: guadagna la sufficienza con l’azione che porta al secondo giallo di Carmona. Episodio che, nell’economia della gara, ha impatto decisivo.

Luci 6,5: ottimo sin dall’avvio, è tra i primi a trovare la porta e a spezzare le azioni degli ospiti. Una delle sua migliori partite stagionali.

Emerson 6,5: parte in mediana, poi dopo il vantaggio scala dietro ma in realtà fa da pendolo tra i due reparti. Rischia solo su un contatto al limite sul lanciato Moralez.

Greco 6,5: inventa un raggio di luce per Paulinho, che non si fa pregare e scarica in rete. Peccato per il giallo, era anche lui in diffida (77′ Duncan 6: entra bene in partita, va vicinissimo al gol colpendo un palo).

Gemiti 6: non si prende pericolose licenze, e rimane basso ad aspettare il diretto avversario (60′ Piccini 6: meglio rispetto alla gara con il Toro, mette dentro tutto nella mezzora che Nicola gli concede).

Paulinho 6,5 (Uomo Partita Quilivorno.it): il premio di migliore in campo è la somma di due fattori. In primis, la bellezza del gesto tecnico con cui incrocia il pallone e prende in controtempo Consigli. Quindi, l’importanza capitale del gol da tre punti per il campionato del Livorno, a cui la vittoria mancava da metà settembre. E sono cinque per lui, dopo appena undici partite giocate. Potevano essere sei, se non si fosse messo in mezzo Scaloni…

Siligardi 6,5: tecnicamente è di un altro pianeta rispetto ad Emeghara e si intende bene con Paulinho, tanto da lanciarlo a rete a inizio ripresa (69′ Emeghara 5,5: avrebbe gli spazi e il passo per far male, ma come al solito produce solo fumo).

All. Nicola 6,5: partita gestita con intelligenza, non manda la squadra all’attacco ma preferisce aspettare l’Atalante e colpire di rimessa, come nell’azione del vantaggio. Una volta sbloccato l’impasse, detta letteralmente le marcature ai suoi e l’espulsione di Carmona finisce per rendere tutto più semplice. Qualche apprensione nel finale, ma era inevitabile.

ATALANTA

Consigli 6: freddato da Paulinho, poco prima aveva risposto bene su Siligardi. Salvato da Scaloni e dal palo nella ripresa.

Scaloni 5,5: si lascia scivolare accanto Paulinho che lo beffa incrociando il tiro. Si riscatta togliendo di porta in scivolata il possibile due a zero.

Migliaccio 6: non ha il passo da difensore, ma compensa con ottimo senso della posizione.

Canini 6: il Livorno davanti produce poco, si disimpegna con sufficienza.

Raimondi 6: inizia a destra, poi passa sulla corsia opposta. Partita ordinata.

Cigarini 5,5: l’inferiorità numerica lo costringe al doppio lavoro in mezzo al campo, finendo per limitarlo nella regia.

Carmona 4,5: neanche 40′ di gioco ed è già sotto la doccia dopo aver preso due gialli. Entrambi netti e ingenui.

Del Grosso 5: tecnica avara di soddisfazione, dietro lascia qualche spazio di troppo (61′ De Luca 6: se non altro porta un po’ di scompiglio negli ultimi metri).

Moralez 6: mercato a uomo, svaria per tutto il campo in cerca di spazi. Uno dei pochi bergamaschi a proporre calcio (84′ Marilungo sv).

Livaja 5,5: Colantuono lo toglie per ridisegnare la squadra. Niente di straordinario da parte sua, se non una percussione centrale (38′ Baselli 5,5: dentro a freddo, trova con difficoltà le misure).

Denis 5,5: poco aiutato dai compagni, rimane stretto tra i difensori del Livorno. Non trova mai lo spazio per la conclusione.

All. Colantuono 5,5: Atalanta lenta e prevedibile. Ha come scusante quella di essere rimasto in dieci a metà primo tempo, ma fino ad allora la sua squadra non aveva in pratica creato niente, così come ha continuato a fare anche nella ripresa.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

44 commenti

 
  1. # grandeben

    LIVORNO 0 ATALANTA 3

  2. # Alpassa

    Ma i bergamaschi sono in 10 o 12? ‘Ndiamo che dobbiamo chiuderla sta partita

  3. # jonny

    hai ragione lo vedo! ! 00000 brodoooooooo

  4. # Fra' poino

    Grande Livorno grande mister, però caro mister fammi un favore quell’Emenghara li un lo fa gioca piu e gioca per se stesso fa solo danni e te che sei strapreparato l’avrai visto prima di me. Forza ragazzi gufi a letto presto

  5. # Fra' poino

    Grandeben ti vogliono a Tokyo a prevedere i terremoti ahahahahah

  6. # jobbee

    concordo con te Fra; bella prestazione del Livorno ma Emenghara ancora nn è all’altezza;è egoista sbaglia i passaggi o gli stop ha una limitata visione di gioco; se fa in azione a modo poi si perde nella conclusione. Corre e basta, quasi meglio danilevicius

  7. # giogio

    Boia c’hai preso!

  8. # Cosimo

    Finalmente si rivedono i tre punti.Chi parla male di Emeghara non sa quali doti nascoste ha questo giocatore:l’anno scorso nel Siena,da solo riuscì a portare la squadra ad un passo dalla salvezza.Bisogna dargli più fiducia e non fischiarlo come facciamo tanti di noi livornesi.Noi facciamo più danno,anzichè trovargli la giusta concentrazione.Poi sta a Nicola ridimenzionargli i difetti che ha(vedi il tanto gioco personale).Vedrete che poi uscirà fuori da questa situazione.Inoltre,con arbitraggi normali si può dare testa a tutti.I pisani possono aspettare!
    Forza Livorno,alè Spinelli e Nicola…

  9. # paolo 81

    Forza Livorno sono stati tutti bravi con calma raggiungeremo il traguardo.

  10. # maurinho

    Ora il calendario è da film horror ma giochiamocele.

  11. # drake

    Buono il centrocampo nel primo tempo, secondo tempo calato notevolmente. Emenghara è una frana, non ne azzecca una, se ha doti nascoste, le nasconde bene, occorre un vero giocatore d’attacco. Signor Spinelli ci faccia un regalo.

  12. # jobbee

    cosimo nessuso ha detto che Emenghara è un cane. Solamente che non sta giocando come faceva con il Siena; non è ancora pronto per il ruolo ma spero vivamente in un suo miglioramento a breve per il bene della squadra

  13. # emanuele vallese

    Ottimo il modulo con Sili e Greco che supportano Paulinho. Piccolo consiglio per alcuni pseudo tifosi livornesi.:IN OCCASIONE DELLE PARTITE INTERNE CON I VARI JUVE INTER MILAN ,I “LIVORNESI” CHE SI SENTONO DI TRADIRE IL LORO NATURALE SENSO DI APPARTENENZA LABRONICO PERCHE TIFANO QUESTE SQUADRE DI “COMODO” SIN DA QUANDO SON PICCOli, SONO GENTILMENTE PREGATI DI RECARSI NEL SETTORE DELLE TIFOSERIE AVVERSARIE ONDE EVITARE SPIACEVOLI MALINTESI. Solo Livorno

  14. # pisam3rda

    Boia deh…..alla pari cor Milan !!! Ao’ brodi rossoneri….con tutti quei vaini!

  15. # trippa

    mi dici anche il risultato di inter-livorno?
    così gioo l’opposto
    ciao da grandestalin

  16. # alinooooooooooo

    Buon Livorno con questa mentalità possiamo salvarci un bel 10 a tutti Nicola compreso
    Bene Luci Paulinho e greco e un bravo anche a Beppe gemiti che oggi mi è piaciuto molto piano piano sta entrando in condizione. Bene anche Coda e Rinaudo.

  17. # BOBBE

    Grande partita anche se dobbiamo cercare di soffrire meno visto che le occasioni per chiudere le abbiamo spesso. Con Emeghara non rischierei di fare l’errore di contestarlo come fu fatto a suo tempo con Paulihno e a Schiattarella, cerchiamo di avere un po’ di pazienza. Complimenti a Luci che oggi ha fatto un gran partita.

  18. # Lukas

    Un goal, un palo e una azione clamorosa sbagliata. Considerando che l’Atalanta non ha costruito praticamente niente, non sarei scontento assolutamente.

  19. # FABRIZIONE

    Ma siamo siuri che Emenghara sia il solito di Siena? O da noi è venuto ir su fratello?

  20. # ghiozzo di bua

    complimenti a tutta la squadra vedo almeno 5 o 6 squadre al nostro livello possiamo giocarcela

  21. # alinooooooooooo

    Caro Amico in Italia per fortuna esiste sempre la democrazia. Quindi ognuno va a vedere la partita dove vuole. Senza che nessuno gli rompa le scatole. Siamo in serie A ma diventiamo un pubblico da serie A prima di tutto

  22. # fox65

    Tanto per la cronaca allo 89 esimo o giù di li su premium si e’ letto distintamente un bel DIO P…O detto da De Luca…ora voglio vedere se la prova TV vale per tutti

  23. # marty

    Sosteniamo la squadra i risultati vengono emenghara vanno bene le critiche ma si porta via sempre due o tre uomini se contro la Juve un livornese esulta a un loro gol si deve vergognare esiste solo il Livorno

  24. # fox65

    O gufaccio pisese…..ti d’andata male sei solo un gao’ …vatti a ripone sotto la torre

  25. # rut

    Ugooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo…dove sei ?

  26. # Gianca

    se vo a vede LIVORNO-juve e vedo uno vicino a me che esulta al (possibile) gol di tevez…ruzzola dai gradoni…se voi tifa juve vai nel settorino con tutti i cani strisciati.

  27. # alex

    boia deh e sei il mago oronzo….

  28. # alex

    per me Rinaudo titolare fisso con Emerson e Coda….

  29. # mirko

    dopo cinque partite vinte una. boia che squadrona, c’ho i brividi!

  30. # Diego

    Anche secondo me Emeghara sarebbe forte… dobbiamo dargi fiducia… guardate i video su youtube di cosa è capace.. non fischiatelo

  31. # calle

    ora fino a anno novo un si fa nemmeno un punto!

  32. # drake

    Calle ci sei o ci fai? Concordo con Emanuele Vallese: se dovete venire allo stadio a tifare Juve, Milan, ecc. non Venite! Si rischia incidenti che non vorremmo mai avvengano. State a casa, andate nella curva ospiti, ma tra noi NO! Grazie

  33. # ugo

    bene anche te che hai visto che stanno tutti bene

  34. # ugo

    sei rinvivito? ma per poco vedrai……ci si sente sabato…….

  35. # ugo

    democratico….come il migliore dei comunisti

  36. # Alex

    Lasciate stare Eme! Ha solo bisogno di fare un gol per ritornare in fiducia…

  37. # Alex

    Sono d’accordo! Deve sbloccarsi, ma é fortissimo…

  38. # stefano

    come notiamo con Rinaudo centrale ed Emerson davanti alla difesa e’ tutto un altro Livorno. Speriamo che Nicola capisca che Emerson non deve giocare centrale perché perde tutto il suo talento …..

  39. # drake

    Ugo, purtroppo i comunisti non ci sono più. La democrazia l’abbiamo difesa, nonostante le provocazioni di persone come te. Comunque sei fuori tema: qui si parla del Livorno Calcio. Ciao Ugo.

  40. # rut

    Lo so che ci godi quando perde il Livorno…ma che uomo sei? Chi vuol male al Livorno vuol male alla su’ famiglia…

  41. # ugo

    si si e quando lo fa? un lo vedi che gioa solo

  42. # ugo

    forse vale per te……

  43. # ugo

    CARO DRAKE, L’AVETE TALMENTE DIFESA CHE TI VIENE COSI NATURALE APPLICARLA, INFATTI AMMIRO LA TUA TALLERANZA VERSO CHI NON LA PENSA COME TE… COMPLIMENTI

  44. # alinooooooooooo

    Tutti qesti pollici rossi mi fanno capire che Livorno è una città da terzo mondo. Povera Livorno in che mani sei

I commenti sono chiusi.