La felicità di Nicola: "Questo è lo spirito che voglio vedere"

L'allenatore ha una dedica particolare per questa vittoria: "Questi tre punti sono per il mio preparatore Gabriele Stoppino che in settimana ha perso il padre"

di rcampopiano

Mediagallery

Rispetto alla conferenza stampa di presentazione della partita, Nicola è tutta un’altra persona. In quell’occasione aveva esternato il suo disappunto per non aver avuto a disposizione fin da subito una rosa completa. Ora invece, grazie anche al largo successo, può applaudire quei ragazzi che in una settimana hanno dato nuova linfa al Livorno: “Sono soddisfatto – dice ai microfoni di Radio Bruno –  perché ho visto le nostre armi dell’anno scorso. Chiaro che la realtà che avevamo davanti era simile alla passata stagione. Conoscevamo già il Sassuolo quindi ci siamo fatti meno problemi. Questo successo dimostra che se siamo un gruppo possiamo essere competitivi. Tuttavia aspetto di incontrare altre realtà perché la sconfitta di oggi del Verona (3-0 dalla Roma, ndr) dà un nuovo punto di vista al nostro ko. Biagianti? Non lo devo presentare io visti i sette anni ad alto livello fatti a Catania”. L’allenatore poi ha una dedica speciale: “Questi tre punti sono per il mio preparatore Gabriele Stoppino che in settimana ha perso il padre”.

Per Leandro Greco primo gol in amaranto: “Siamo contenti del successo. Era importante far vedere che possiamo competere e lottare fino in fondo. Contro la Roma abbiamo pagato qualcosa sotto l’aspetto dell’emozione. Forse un po’ d’inesperienza ha giocato un brutto scherzo. Se in settimana lavoriamo bene come fatto possiamo creare problemi a molti. Ora con la pausa ci sarà molto da lavorare per trovare il giusto assetto. La base c’è, serve solo migliorare”.

Un’altra prova di prestigio per Emerson nonostante alcune sbavature non da lui: “Ho avuto cinque minuti di confusione dove non ho capito niente, però meno male che non ci sono stati problemi. Oggi il Livorno ha fatto una grande partita. Potevamo evitare il gol, ma siamo stati fortunati a trovare subito il 2-1. La vittoria ci dà più consapevolezza sul fatto che possiamo giocarcela con tutti. Magari contro grandi squadre avremo più difficoltà, ma questi tre punti dimostrano che siamo vivi e che vogliamo toglierci grandi soddisfazioni”.

Debutto felice per Marco Biagianti: “Non mi aspettavo di giocare subito dal primo minuto. Sono contento della mia prestazione e per la vittoria. Siamo partiti con molta calma perché sapevamo che loro ci attaccavano subito. Dopo abbiamo trovato il gol con Greco che ci ha dato maggiore tranquillità. Ora la sosta ci permetterà di lavorare meglio e di conoscere i nuovi compagni. Quello che contava era fare risultato”.

 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Clio

    ..grande squadra e vai!

  2. # mauro

    Grande Nicola, avanti cosi !!!

I commenti sono chiusi.