Caprilli, tornano le corse. Assegnata la gestione

La Dioscuri srl di Milano si aggiudica il bando. Ha ottenuto 95 punti a fronte dei 78,33 dell’ATI concorrente

Mediagallery

E’ stata la Dioscuri srl di Milano ad aggiudicarsi, in via provvisoria, la gestione dell’Ippodromo Caprilli fino al 31 dicembre di quest’anno.
La Commissione comunale esaminatrice, presieduta dal dirigente Maurizio Lenzi e composta anche dai funzionari Simonetta Lenzi e Paolo Demi, ha completato l’esame delle due offerte arrivate al Comune, quella dell’odierna vincitrice e quella dell’Associazione Temporanea d’Impresa (ATI) tra Sistema Cavallo srl, Ippomed srl e Ippodromi Meridionali srl.
La società milanese ha formulato l’offerta migliore, sia dal punto di vista progettuale che da quello economico. Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, si dichiara “soddisfatto per la rapidità con la quale è stata modificata la gara (in un primo tempo la durata della gestione era prevista per 3 anni) e per i tempi con la quale è stata assegnata”.
Inoltre, aggiunge il sindaco, “ho già preso contatti con il Ministero delle Politiche Agricole per ottenere l’inserimento dell’ippodromo Caprilli nel calendario della stagione ippica 2014. Ciò consentirà l’impiego dei lavoratori ex Labronica, come abbiamo auspicato sin dall’inizio del nostro mandato”. Per la parte progettuale la Dioscuri ha ottenuto 75 punti, contro i 65 dell’ATI, mentre per la parte relativa al canone di gestione dell’impianto ippico (base d’asta 3mila euro), da corrispondere al Comune di Livorno, l’impresa vincitrice ha offerto 9mila euro (punti 20), a fronte dei 6mila euro (punti 13,33) proposti dalla società concorrente. Il risultato finale ha visto così la Dioscuri srl ottenere complessivamente 95 punti a fronte dei 78,33 dell’ATI Sistema Cavallo, Ippomed e Ippodromi Meridionali. La Commissione esaminatrice ha quindi “ritenuta congrua l’offerta” dell’impresa milanese, decidendo, come da prassi, l’aggiudicazione provvisoria della gestione dell’Ippodromo Caprilli alla Dioscuri srl, cui seguirà l’aggiudicazione definitiva.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # ADRY70

    Ottimo lavoro Filippo…avanti cosi’!!!

  2. # roberto1

    Mi sembra che Filippo ci incastri molto poco, un bel grazie va detto alle persone citate che si son sbattute per dare al più presto un degno sviluppo a tutta questa faccenda. Mi sa che Filippo ha cose che gli premono di più in questo momento… Che dici ?

  3. # Federica

    Un grandissimo augurio a tutti i lavoratori!!!! E grazie ai due concorrenti che hanno partecipato per far tornare viva questa struttura!
    Grazie dai livornesi e mi raccomando…. TUTTI ALL’IPPODROMOOOOOOOOOO CHE è DI TUTTI NOI….

  4. # Ombretta Lazzeri

    ottimo lavoro dell’amministrazione comunale, degli impiegati, e merito non credo del nuovo Sindaco, i tempi del bando di gara e formalita’ non glielo hanno consentito, la firma degli atti sarà’ sua non il merito ma sicuramente lo riconoscerà,vista la sua onesta’

  5. # Anouno

    Intanto una cosa e’ andata a posto salvando un bene prezioso per la città e poi se son rose…….sennò crisantemi!

  6. # enrico

    Piuttosto che avere un cosiddetto ippodromo scalcinato e diroccato non sarebbe meglio fare un parco moderno, pulito, organizzato, con aiuole e siepi curate con illuminazione moderna, con piste ciclabili e circuiti di corsa moderni con asfaltatura tecnica, con zona bambini con attrezzi moderni, zona cani organizzata con palette e raccoglitori escrementi moderni insomma una parco da città civile e moderna (non come il lungomare abbandonato da decenni)??? Purtroppo solo un sogno!

  7. # Riccardo

    Il nuovo Sindaco ha parte marginale in questa faccenda, non iniziamo ad attribuire i pregi al nuovo e i difetti al vecchio senza almeno guardare le date.
    Ha giurato il 30 prima non poteva neppure usare la penna per gli autografi.

  8. # birillo 58

    Bravo Filippo sei POCO elegantemente saltato su un cavallo fatto sgabbiare da tempo e condotto fino sul palo da qualcun altro. Ti ci voleva proprio, dopo la scossa di ieri sull’assesora.
    Sgabbiare = Atto di partenza di un cavallo da corsa dalle gabbie
    Palo = linea di arrivo di una corsa ippica
    Scosso = dicesi di cavallo il cui fantino è rovinosamente caduto.

  9. # Il fustigatore

    Bravo di cosa ?? Il bando che scadeva i primi di giugno prevedeva l’affido per 4 anni. Qui ad anno nuovo siamo di nuovo allo stesso punto. Ha voluto metterci bocca ma in questo caso poteva evitare . Le corse sarebbero già iniziate.

  10. # virgilio

    Nogarin in una settimana ha fatto il bando che scadeva il 3 giugno…poi dovevi aprire le buste e assegnare all’aggiudicatario la struttura che è in condizioni disumane…le corse a Livorno sono sempre iniziate il primo giugno per finire a fine agosto…se il bando lo facevano a febbraio no? ora rimboccarsi le maniche, chiamare anche ditte esterne per fare in poco tempo il riordino, cercare di aprire i totalizzatori, sistemare l’audio perchè non è possibile andare all’ippodromo e non sentire il telecronista…è come vedere una partita senza commento..una corsa è anche spettacolo da vivere intensamente…e ripartiamo…e dal prossimo anno ALFEA…ora che il numero dei dipendenti per la gestione è sceso a 8 unità…e oltre alle corse creiamo eventi…e vedrai che l’ippodromo risorge…se lo prendessi in gestione io…ho lavorato al bar 15 anni..ho visto altri ippodromi che fanno altre attività…qui niente…

  11. # Giovannielle

    Peccato occasione persa ci vorranno altri 4 anni per essere adibita a parcheggi per lo stadio e per il mare ed in particolare alla movida dei giovani , schiamazzi ribotte in un area esterna al centro città perche’ redisenziale.
    Un politica lungimirante e mirata a portare locali di qualita’ in centro ed al esterno attività di aggregazione dove i piu giovani e meno potrebbero bere ed urlare liberamente senza dare noia a nessuno.
    Nuovi investimenti nuovi posti di lavoro e soprattutto nei posti giusti.
    Per il bene della collettivita.

  12. # sonia

    non facciamo di disfattisti e critici a tutti costi l’importante che il caprilli riaccenda il suo ferro di cavallo ….. sonon daccordo sul gestore del bar creiamo spettacoli eventi e livorno risorgera’ dalle ceneri un in bocca a lupo a tutti

  13. # anto

    Una città che risorge dalle ceneri perché apre un ippodromo dove molta gente ci perde lo stipendio con le scommesse mi sembra un po’ azzardato