Il velista Marrai eletto atleta dell’anno 2013. I NOMI degli sportivi premiati

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

La commissione ha scelto Francesco Marrai come atleta dell’anno 2013. La sezione Unsv di Livorno, del presidente Cesare Gentile, ha indetto per domenica 1° dicembre la “Giornata del Veterano”, nel salone riunioni della Cassa Edile di Livorno (via Piemonte 62/a),  a partire dalle 10 del mattino. Il nome di Francesco Marrai è uscito dalle segnalazioni ricevute dai dirigenti sportivi delle varie società livornesi. Francesco Marrai nasce a Livorno nel 1993, dopo una serie di titoli nazionali ed internazionali giovanili, ha partecipato al  Campionato  del mondo di Vela, classe Laser Standard , svoltosi recentemente in Oman e classificatosi 21esimo. Al Mondiale under 21 svoltosi sul lago Balato nel 2013 Marrai invece ha conseguito un fantastico terzo posto e un argento all’Europeo. Durante la mattinata saranno consegnati altri premi, non meno importanti, per atleti come Mauro Martelli, Bruno Di Batte, Gherardo Caranti e tanti altri. Di seguito l’elenco completo dei premiati.

Premio Speciale: Mauro Martelli, per i suoi risultati nel remoergometro.

Premio d’Onore: Bruno Di Batte, per la sua lunga militanza nei Veterani dello Sport e per il contributo nella storia della tipografia livornese.

Premio giovane Emergente: Gherardo Caranti, per i brillanti risultati nella scherma.

Distintivo d’Argento UNVS: Franco Albanesi, per l’anzianità d’iscrizione nell’UNVS e per la collaborazione alla vita sezionale.

Premio riconoscenza per meriti sportivi a: Rossella Bardi, Luigi Rocchi, Roberto Onorati, Giulio Paroli, Ilio Barontini, Augusto Zamboni e Maurizio Silvestri.

Premio gratitudine: Enzo Sagone, Roberto Scotto e Mario Fracassi.

Premio amicizia: ai presidenti delle sezioni gemellate, Luciano Vannacci di S. Giovanni Valdarno, Pier Luigi ficinI di Pisa e Marcello Patacchini di Montevarchi.

Medaglie Dorate agli Atleti Giovani Veterani distintisi nell’anno 2013

Pesca Sportiva Subacquea: Roberto Poggioli, Leonardo Lo Bartolo e Emiliano Torrini.

Pesca Sportiva da Natante: Alessio Gamucci

Canottaggio remergometro disabili – Associazione Sportlandia Onlus: Anna Freschi, Giacomo Glagorio, Daniel KojiraI, Francesco Rossi.

Associazione Sportiva Zenith Livorno Onlus Nuoto: Manuela Maggi, Silvia Paperini, Giacomo Oliviero, Luca Baffigi, Edoardo Moscato, Gabriele MORELLI,.

Scherma Circolo Rigoli : Giacomo Biasci, Dario Orsi, Julia Terreni, Nicolò Cillari, Giorgio Gradassi.

Scherma Accademia dello Sport Fiamme Oro: Eleonora Dini, Giorgio Ciocca, Giorgia Marrazzini.

Scherma Circolo Fides: Angelica Cardi, Pietro Torre, Camilla Michelucci, Edoardo Castellani, Matilde Picchi, Elisabetta Saviozzi.

Tiro con l’arco: David CHIARI, Tommaso Del Corso.

Tennis: Gregorio Lulli, Carlotta Nassi, Mirea Signorini, Maria Vittoria Casucci.

Atletica leggera: Sara Biricotti, Irene Buselli, Silvia Dini, Nicola Palomba, Andrea Rinaldi, Emma Susini, Ilaria Carriello

Arbitri di calcio Aia-Figc: Luca Testi, arbitro e Dario Garzelli, assistente arbitrale..

Ciclismo: Ilenia Niccolucci, Gianmarco Balestri.

Pistola standard Juniores: Alberto Caroti, Francesco Lazzeri, Tommaso Chelli,

Baseball: Federica Baule, Gabriele Galli, Raffaele Cecchinato.

Danza Sportiva: Melissa Falaschi, Denise Lenzi, Lorenzo Martelli, Melissa Ceccarini, Diego Cavatoio.

Hockey e Pattinaggio: Giulia Gambicorti, Denise Bendinelli Alessia Cellini, Giada Niccolai, Sara Russo, Michelle Frigoli.

Pesistica: Andrea Bonaccorso, Alessio D i Maio, Manuele Bardini, Beatrice Grassi.

Pesistica – Biathlon: Stefania Lubrano, Emiliano Ceccanti, Rosario Russo,

Canottaggio: Alessandro Bernardini, Gabriele Brilli, Lorenzo Tintori, Luca Perfetti, Luca Baldanzi.

Nuoto Master: Delia Corti, Marcella Micheli, Paola Ramagli, Mirella Stagi.

Atletica leggera Master: Laura Fiorentini, Alessandro Borghetti.

Ju Jitsu: Cristian Rannisi, Rachele Giovannini, Cristian Andreini.

Nuoto: Matteo Pasquetti, Matteo Della Monica, Filippo Del Maso, Lorenzo TORRE,

Pugilato: Manuel Boldrini, Emanuele Massimo Santini, Michele Terreni, Massimo Stiaffini

 

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # roberto

    come mai si continua ad ignorare un sport come la CANOA oppure abbiamo atleti che hanno gareggiato a campionati del mondo , società che si è classificata tra le prime 6 in campo nazionale atleti che sgobbano tutti i giorni per poter ottenere i migliori risultati però purtroppo questo sport viene quasi sempre snobbato da tutti.

  2. # fabio

    perché sono sport poco seguibili …da terra se fatta in mare..e su Livorno non abbiamo fiumi adatti…credo che sia anche per quello poco seguibili…..anche se e’ un bello sport

  3. # mario

    MA SAI LEGGERE??
    Canottaggio: Alessandro Bernardini, Gabriele Brilli, Lorenzo Tintori, Luca Perfetti, Luca Baldanzi. –

  4. # riccardo

    Caro Mario sappiamo leggere canottaggio e canoa o kayak non sono uguali prova a sfogliare un vocabolario ciao.

  5. # mario

    Caro professor riccardo…cosa c’entra il KAYAK…canoa o canotaggio sono la stessa cosa…leggilo il vocabolario..Canoa e’ l’imbarcazione…canotaggio e’ lo sport con l’uso della canoa…leggi….

  6. # riccardo

    Con il termine canoa/kayak vengono usualmente indicati vari tipi di imbarcazioni sportive che hanno in comune il fatto di essere spinte e manovrate con pagaie Il canottaggio è un’attività sportiva che consiste nel muovere un’imbarcazione dotata di remi sfruttando la forza fisica dei vogatori.Nel kayak le imbarcazioni sono :K1 K2 K4 mentre nel canottaggio abbiamo singolo Skiff, Doppio di coppia con due remi ciascun vogatore,due senza con un solo remo ogni vogatore,due con, che in più ha il timoniere quattro di coppia ,quattro senza e quattro con e in fine l’otto e nel canottaggio cè anche la categoria pesi leggeri.

  7. # fabrizione

    Il signor mario ha perso una buona occasione per tacere, sono due sport nettamente diversi, il canottaggio più completo perchè si usano anche le gambe.

  8. # roberto

    Nella canoa sono importante anche le gambe che servano per spingere sul timone e permettere di girare meglio il tronco in quanto riguarda i fiumi noi abbiamo lo scolmatore dove tutti i giorni si allenano i ragazzi del “CANOA CLUB”
    e le gare sono facilmente seguibili anche da terra . Comunque mi fa piacere di aver mosso un pochino di interesse per questo sport “POVERO”.

I commenti sono chiusi.