I Lions sono pronti a ruggire: l'obiettivo è la serie B

Mediagallery

Il battesimo della nuova stagione, per i Lions Amaranto Livorno, non poteva che svolgersi nel proprio quartier generale della via della Chiesa di Salviano. E’ l’impianto dove si trova un’organizzata club house e dove si trova un campo sul quale effettuano allenamenti e partite i giovanissimi. E’ un impianto, inoltre, dotato, da pochi giorni, di un defibrillatore, donato al club amaranto da un ex rugbista neozelandese. Per i Lions, la stagione 2013/14 è da vivere da protagonisti, con tutte le proprie formazioni, seniores e giovanili. Alla presentazione ufficiale delle varie squadre era assente (giustificatissimo….) il presidente Mauro Fraddanni, che proprio nel pomeriggio di venerdì è diventato nonno dello splendido Giorgio. A Mauro, a sua figlia (e neo-mamma) Irene ed a Giorgio, le congratulazioni da parte di tutto l’ambiente della palla ovale toscana. Alla presentazione tenutasi a Salviano hanno fatto gli onori di casa il direttore sportivo Emanuele Bertolini (colui che, proprio insieme a Fraddanni, ha fondato, nel 2000, la società amaranto) e il direttore tecnico Franco Mazzantini.

“L’importante – ha sottolineato Mazzantini – è che i tanti ragazzi delle nostre squadre sappiano divertirsi con il rugby. I più grandi, invece, nella loro attività devono mettere la massima determinazione: senza sacrificio, nello sport e nella vita, non si va da nessuna parte. Per i nostri giocatori seniores, le ambizioni devono essere importanti”. Durante la serata di venerdì, allietata da una simpatica aperi-cena e dalla musica della band livornese dei Licantropi, sono stati illustrati i programmi e gli obiettivi delle varie squadre. La formazione maggiore, quella dei Lions Amaranto, allenata da Daniele Conflitto e dal suo vice Alessandro Gragnani (l’ex pilone cura in particolare la mischia), comincerà il nuovo torneo di C1 domenica 6 ottobre (nel primo turno è subito in agenda una non facile trasferta, sul terreno dell’Amatori Prato). L’obiettivo per i Lions è quella promozione in B, sfuggita per un soffio nella scorsa annata. Gli amaranto, dopo la sgambata con gli Emergenti Cecina, saggeranno la propria condizione, affrontando, sabato prossimo, in amichevole, un’altra squadra di B, quella dell’Union Tirreno Piombino. Anche in questa annata, le telecronache delle partite casalinghe dei Lions verranno trasmesse su TC2Sport (canale digitale terrestre 272) il lunedì alle 20,30 (e poi in replica, in varie fasce orarie nei giorni successivi).

Nel campionato di C2 (girone della costa toscana) giocherà invece la seconda squadra, quella denominata ‘Lions Salviano‘: la compagine allenata da Antonio Cannavò ed Emanuele Bertolini disputerà in questi giorni due amichevoli in trasferta con due squadre di pari categoria (Bellaria Pontedera e Rufus San Vincenzo). I Lions Salviano, che inizeranno il campionato di C2 il 6 ottobre ospitando il Tirreno Piombino, possono ritagliarsi nell’arco dell’annata non poche soddisfazioni.

Al solito intensissima l’attività giovanile Lions. La presentazione di venerdì ha dato occasione di confermare la bontà del lavoro svolto in collaborazione con il Bellaria Pontedera per le rappresentative under 18 (guidata dal tandem Michele Pelletti – Rossano Campochiari) e under 16 (allenata da Manrico Soriani). ‘Autonome’ le altre squadre Lions. L’under 14 è guidata dal terzetto Emanuele Bertolini – Davide Mantovani – Franco Mazzantini, l’under 12 dalla coppia Antonio Cannavò – Andrea Giugni, l’under 10 da Alessandro Landi e Alessandro Brondi e le formazioni under 8 e under 6 da Andrea Brondi, Michele Valente e Antonio Ventre. Nella festa di venerdì, centinaia i tesserati (giovani e meno giovani) intervenuti con parenti e amici.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # lisa..

    Grandi leoni….

I commenti sono chiusi.