Gare remiere. Tutte le novità: ecco chi sono i canottieri agonistici. Le date del 2014

Mediagallery

di Gianni Picchi

LIVORNO – Nuovi regolamenti per la prossima stagione remiera ormai alle porte. E’ questo quanto ha stabilito il comitato, con il suo presidente, Fabio Canaccini, dopo essersi consultato con i presidenti delle Sezioni Nautiche. Insieme alle nuove norme, di cui vi offriamo qualche interessante novità, ecco la programmazione completa con le date delle gare della nuova stagione.

Nota vogatori: Il numero dei vogatori da scrivere nella nota da presentare, prima dell’inizio della stagione, scende a 22. Fino ad ora era di 24.

Ente Associativo: Anche per questa stagione sarà l’Uisp ad avere l’incarico del tesseramento, la scelta dei cronometristi, e giudici di gara. Dalla stagione 2014 sarà il Car a suggerire il nome dell’Ente Associativo.

Canottiere Agonistico: Se un canottiere nasce nel Palio e dopo va a fare il canottaggio non è da considerarsi “agonistico” (ricordiamo che il regolamento prevede il tesseramento di solo 2 “canottieri agonistici” per Sezione Nautica)

Per quanto riguarda l’ipotesi di accordo con le scuole, sarà discusso in una prossima riunione del comitato.

Programma gare

25 aprile – Trofeo Gaetano D’Alesio

22 maggio – Coppa S.Giulia

08 giugno – Coppa Risi’atori Tito Neri

21 giugno – Coppa Ilio Barontini

06 luglio – Palio Marinaro

Nella programmazione sono state inserire due gare “promozionali”.

Il 4 maggio nello specchio d’acqua degli Scali Novi Lena si svolgerà la 1° Gara remiera Over 40 delle vecchie glorie del Palio Marinaro. (a parte si potrà leggere lo svolgimento e gli intendimenti di questa gara)

L’11 maggio per il Campionato Italiano a Sedile Fisso è stata scelta Livorno. Ad organizzare, per conto della Federazione, saranno la Sezione Nautica S.Jacopo e Luca Marconi, i quali collocheranno nel programma, collateralmente, una gara di gozzi.

A giorni il Comune comunicherà il nome della ditta a cui sarà dato l’affidamento della manutenzione dei gozzi.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # maurizio

    Cari miei bisogna che il Comune si interessi di questo sport che sono le radici della nostra città altrimenti tutto va a finire. Caro Comune fatti un esame di coscienza. Fanno finta che gli interessi invece non gli può fregare di meno

  2. # VIVALIVORNO

    continua la battaglia…
    remi in acqua signori….

  3. # Francesco

    Non sarebbe saggio sospendere le gare e con il risparmio tappare qualche buca????!!!!

  4. # Attilio d'alesio

    Leggo con piacere il bel lavoro avviato dal Comitato e dal suo Presidente ed il calendario delle gare remiere per l’anno in corso. Ho però una domanda da fare: ma che fine ha fatto il Palio dell’Antenna?????!!!!!!
    Grazie
    Attilio d’alesio

  5. # midiverto

    Per Livorno il Palio Marinaro è tradizione, cultura, sport e se vogliamo anche turismo. Caro Comune abbi il coraggio di dire cosa vuoi fare, nel bene o nel male , delle gare remiere.

  6. # mauro

    Negli anni 70 il palio è stato sospeso per la situazione economica…adesso è peggio…

  7. # Nicola

    E se invece si smettesse di pagare le forze dell’ordine per le partite del Livorno? E si fanno pagare alla società?? E se invece si fanno le multe alle macchine e ai motorini parcheggiate sulla passeggiata dell’accademia la domenica quando gioca il Livorno?
    Ci sono molti modi per recuperare soldi…

  8. # machetelodicoafare

    Caro Francesco,
    concordo con te che quello delle buche è un problema grave per Livorno, e in generale di tutte le città italiane (vai a Roma piuttosto che Milano). Credo però che questo problema non possa essere risolto come dici te, sopprimendo un’attività culturale e sociale che da anni contraddistingue la realtà labronica, altrimenti continuando con questa modalità avremo le strade perfette e degli zombie analfabeti e privi di qualsiasi stimolo a camminarci sopra!!!
    Spero che la nuova stagione sia spettacolare e che la nostra amministrazione (anche in vista delle elezioni amministrative alle porte!!) investa maggiormente in questo affascinante mondo purtroppo sconosciuto ai più!
    Buona stagione!

  9. # jessica

    Francesco….si vede da ciò che scrivi che non hai mai vogato in vita tua!!!

  10. # la semmy

    Mio caro Francesco sono la moglie di un vogatore da ben 14 ANNI E voglio precisare che i gozzi hanno e sono la storia di Livorno…chi voga non sono figli di papà ma bensì ragazzi uomini che durante il giorno lavorano e la sera si allenano dando tutti loro stessi…senza prendere un EURO…sacrificando famiglie mogli e figli….VERGOGNATI…non pensare ai soldi ma al sudore di uno sport che sa solo di LIVORNO…..

  11. # angela

    Ma il Palio dell’Antenna????

  12. # mirko

    le tradizioni del futuro a Livorno saranno kebab e sushi venduto dai cinesi…non e’ razzismo ma Livorno se non mantiene le proprie radici, rimarrà sempre più emarginata dal resto della toscana …soluzione?
    Uno sponsor cinese O ARABO che ci compri anche questa ultima tradizione che ci e’ rimasta…
    p.s per francesco ..le buche le devono tappare in Comune …..non ammazzando le tradizioni…..
    un vogatore

  13. # machetelodicoafare

    Il palio dell’antenna lo dicono sempre all’ultimo se lo fanno o no, anche perchè è legato strettamente a effetto venezia, il che è tutto dire!! Comunque già il fatto che ci sia una gara in più per i 10 remi fa ben sperare…

I commenti sono chiusi.