Footgolf a Tirrenia, un livornese trionfa e vola a Las Vegas con la nazionale

Grande successo per il 1° Tirrenia Footgolf Trophy nello storico Golf Club di Tirrenia. Tra i partecipanti anche gli ex amaranto Scalzo e Cannarsa, autore di una buca da 40 metri

Mediagallery

Il geometra del footgolf colpisce ancora e stavolta lo fa “in casa”. Dopo il successo a Carmagnola (To) al World Master Footgolf Tournament nell’agosto scorso, e l’ottimo sesto posto al Cuneo Footgolf Challenge, si aggiudica il 1° Tirrenia Footgolf Trophy, un vero successo di giocatori (ben 55) e di pubblico, disputatosi nella splendida cornice dello storico Golf Club di Tirrenia, sotto la supervisione del direttore del Club Andrea Scatena e del direttore tecnico del torneo Giovanni Ghezzani.
Unico giocatore a scendere sotto il Par con meno due, Stefano Santoni con 70 calci che si è dimostrato quasi infallibile nei primi tiri e in quelli di avvicinamento alla buca. Il livornese formerà la Nazionale Italiana che il 26 e 27 ottobre volerà a Las Vegas per disputare il torneo open di footgolf più prestigioso al mondo, con 144 giocatori iscritti da tutto il pianeta, che al Siena Golf Club daranno spettacolo in quella che si presenta come la sfida dell’anno. Gli altri giocatori sono Roberto Morosini, campione del Cuneo Footgolf Challenge, Gabriele Solavagione terzo e secondo nei primi due tornei organizzati dalla Federazione, Parodi Paolo ed infine Iannello Jessica la miglior giocatrice italiana e vincitrice nella propria categoria al torneo di Tirrenia.
Molti gli avversari di rilievo presenti a questa kermesse pisana, a partire da Edoardo Luchetti, il mancino terribile della Marinese, che dopo il terzo posto di Cuneo ha dimostrato ancora tutta la sua classe.
I due pisani Freggia e Anedda (rispettivamente quarto e terzo) si sono rivelati gli outsider, e poi soprattutto Gronchi, Martinelli Matteo (vincitore ad Arenzano e sfortunato in alcune occasioni) e gli ex amaranto Scalzo e Cannarsa hanno offerto colpi molto spettacolari, quest’ultimo autore di una buca da 40 metri visibile qui sulla pagina Facebook della Federazione.
Molti i curiosi che hanno ammirato le gesta dei calciatori presenti, che hanno impiegato circa due ore e mezza a completare il percorso di 18 buche (par 72 di circa 2300 metri). Divertimento allo stato puro il footgolf, che sta appassionando un numero sempre maggiori di praticanti in tutta la penisola.

I punteggi ottenuti nel torneo sono tutti validi per la classifica Nazionale della Federazione Italiana Footgolf (www.federfootgolf.it) . Il miglior team l’ha vinto il Footgolf Rosignano, formato da Emiliano Gronchi, Christian Scalzo (anche primo over 40), Andrea Lombardi, Marco Barsacchi, il miglior golfista è risultato Roberto De Zio, lo Juniores Collosi Giovanni, il Supersenior Tiberio Sarti, tra gli allievi ha brillato Lorenzo Capirola.
Sono stati premiati gli sponsor Tre&23, Inventa Comunicazione, Martinelli Abbigliamento, O.B. Electronic Service.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Gino Rossi

    Non sanno più cosa inventarsi…..altro che pingozzo

I commenti sono chiusi.