Foot-golf, un livornese in cima alle classifiche del nuovo sport. “Sto lavorando per portarlo a Livorno”

La squadra “I Parrucconi di Pamplona” di Livorno chiude quarta la gara a squadre

Mediagallery

In poco tempo ha scalato la classifica e ora punta a importare lo sport a Livorno. Stiamo parlando del livornese Stefano Santoni, conosciuto in città in quanto gestisce i campi di calcetto del Calcio Club Livorno, e recentemente vincitore del torneo di Foot-golf. Santoni rivela di essere al lavoro per portare in città questa disicplina, ma per il momento preferisce non aggiungere altro.

Ma cos’è il Footgolf? Il footgolf (calcio più golf) è una nuova disciplina sportiva, qualcuno l’ha già definita “the best game ever invented”: combina l’eleganza del golf con la popolarità del calcio e vanta già moltissimi appassionati in tutto il pianeta, anche in Paesi dalla forte cultura calcistica come l’Olanda o l’Argentina.
Le regole di base sono le stesse del golf, si gioca su percorsi da 9 o 18 buche, ma si utilizza un pallone da calcio e la buca ha un diametro di 50 cm. Nella modalità stroke play, vince la gara chi completa il circuito con il minor numero di colpi effettuati. Nella modalità match play, invece, vince chi si aggiudica il maggior numero di buche del circuito. Realizzare un campo da footgolf è semplicissimo e con costi irrisori: primo perché si utilizza il campo da golf giocando con scarpe da tennis e/o calcetto, non sciupando quindi il manto erboso, e le buche sono realizzate in green appositi vicino ai green tradizionali (che sono tappabili dopo l’utilizzo in maniera semplice). La parte conclusiva, il green appunto, è diversa e non si va ad alterare in nessun modo il campo classico del golf.
La Federazione Italiana Footgolf (FIFG ) è nata all’inizio di giugno, all’indomani del primo torneo in assoluto di Footgolf svoltosi in Italia, a fine maggio, sempre al Golf Club “I Girasoli”, il primo campo di Footgolf realizzato in Italia. La FIFG (www.federfootgolf.it ) è presieduta da una colonna del giornalismo italiano come Mario Giobbe, con Luciano Roccia presidente onorario e tra i consiglieri Gianluca Finazzi e il livornese Stefano Santoni, nominato segretario generale poco tempo fa.
Proprio il nostro giocatore di casa, già miglior italiano al primo torneo giocato in Italia ed organizzato da Golf Club “I Girasoli” insieme ad AIFG (associazione italiana footgolf), ha trionfato chiudendo le 18 buche in 76 colpi.
Lo sport esiste dal 2009 e unisce calcio e golf. In Italia, però, è arrivato solo lo scorso anno e il 31 agosto e il 1° settembre l’Associazione italiana Footgolf organizza gli Open.
Santoni ha partecipato nella giornata di venerdì 9 agosto al World Master Footgolf Tournament, al Golf Club “I Girasoli” di Carmagnola (Torino), in cui hanno preso parte molti atleti provenienti da tutto il mondo, tutti  da squadre che tutt’ora stanno giocando e olimpiadi over 35 dei World Master Games di calcio (sono 30 le discipline in tutto), che si stanno svolgendo in questi giorni a Torino.

 

Stefano quali sono le tue impressioni?
“Sono felicissimo di questa vittoria, è stata molto dura, conoscevo già il percorso ma alcune partenze sono state arretrate, rendendolo leggermente più lungo, oltre alla diversa rasatura di alcune zone vicine alla buca, un aspetto da tenere in considerazione prima di cercare di imbucare il pallone”.

C’erano anche alcuni livornesi al torneo, riusciremo a portarlo nella nostra città il footgolf?
“In città gestisco un impianto sportivo ed organizzo campionati, i ragazzi della squadra I Parrucconi di Pamplona (Tolomeo Alessandro nono assoluto a +8, Cascinelli Gianluca, Giudice Tommaso, Bagnoli Luca) che hanno partecipato al torneo e si sono divertiti moltissimo, sono una delle nostre squadre storiche, voglio ringraziarli per aver partecipato e ci aiuteranno a diffondere questa meravigliosa disciplina, e in questo caso più che mai credetemi, il passaparola è devastante! Sono convinto che il nuovo percorso che sarà realizzato a Livorno possa ospitare il footgolf, anche perché non è assolutamente invasivo per il campo di golf, in quanto le buche non sono realizzate sul “sacro” green dove c’è la buca del campo di golf, ma in zone limitrofe, con buche copribili. Siamo già in contatto con il responsabile del progetto che è stato gentilissimo e si è detto favorevole a valutare il progetto. Ci tengo a dire che oggi, così come nelle altre occasioni in cui ho giocato, alcuni dei ragazzi si sono detti vogliosi di provare anche il golf, e qui si apre anche uno scenario per questo sport antichissimo: i giocatori di footgolf possono diventare nuovi giocatori La miglior squadra è risultata il Sidney Foreign Legend (AUS) e il miglior giocatore straniero Christopher Gallardo (CAN)”.

Addirittura intervistato dall’emittente Sky?
“Si, ed è stato emozionante quanto vincere il torneo! Anche gli operatori stessi erano estasiati dal footgolf, e con loro ho fatto proprio un giro dei campi, con un intervista direttamente vicino alla buca, in cui faccio vedere in quali modi si può calciare da vicino per imbucare. Andrà in onda su Sky Sport 24già da oggi. Domani le immagini andranno anche su Rai Sport. Sono molto soddisfatto dell’interesse mediatico che c’è dietro il footgolf”.

A chi dedichi la vittoria?
“Alla mia famiglia, che mi appoggia in tutte le mie iniziative, che spesso portano a dei grandi sacrifici. Vorrei ringraziare di cuore lo staff del Golf Club I Girasoli nella persona del Prof. Luciano Roccia, per l’accoglienza ai giocatori del torneo, il Presidente Mario Giobbe, l’addetto stampa Giuseppe Pastore e il consigliere Gianluca Finazzi, tutti della FIFG, e a tutti coloro hanno contribuito alla realizzazione di questo straordinario evento”.

 

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Nikko

    Saranno i futuri campi da golf a bandinella adibiti anche a questo sport?

  2. # omar ricci

    GRANDE STEFANO

  3. # Ricca

    Tanto a Livorno attecchisce tutto, basta un pallone che ruzzola

  4. # enzo

    Ciao Stefano non ci conosciamo, prima i complimenti poi volevo dirti che la realizzazione di un campo del genere piaceva anche a me, dopo averne visto uno in Danimarca. Forse potremmo parlarne.

  5. # Erik62

    Tranquillo che a Livorno attecchisce di siuro, se si trattava di lavorà magari no…

I commenti sono chiusi.