Coppa Barontini: trionfa il “cavallino rosso” del Venezia. A 4 vince il Borgo. I TEMPI

di rcampopiano

Mediagallery

ll Venezia nei 10 ed il Borgo Cappuccini nei 4 scrivono il loro nome nell’albo d’oro della Barontini svoltasi ieri sera.
I Fossi Medicei, ancora una volta con le spallette esaurite, hanno fatto da cornice alla 46° edizione. Una gara che, come al solito, riesce a dare grandi emozioni.
La gara dei 4 ha visto salire sul gradino più alto del podio un Borgo Cappuccini che ha lasciato dietro di 4″ il San Jacopo. Più distaccato il Salviano, che sale sul terzo e ultimo posto disponibile del podio. L’Ovo Sodo, che faceva il suo debutto stagionale dopo tre forfait con una barca voluta dal suo presidente Stafanini, per soli 3″ non rientra tra i primi tre. In conclusione, due sole imbarcazioni sono state nei 16′ mentre le restanti sei hanno toccato i 17′.
Prima della gara dei 10, Massimiliano Talini ha consegnato una targa a Padre Razzauti, Renato Tedeschi e Vinicio Brondi. A ringraziare per ciò che hanno fatto in questi anni nell’organizzazione della coppa Ilio Barontini.

Vogatore piu’ anziano Mauro Ceccarini (Livorno Sud)
Vogatore piu’ giovane Simone Giorgi (Salviano)

Ordine d’arrivo 16° trofeo Edda Fagni, gozzette a 4 remi maschili

1° Borgo Cappuccini 16’44″96

2° San Jacopo 16’48″69

3° Salviano 17’00″72

4° Ovo Sodo 17’03″89

5° Livorno Sud 17’05″73

6° Venezia 17’14″98

7° Pontino S.M. 17’20″67

8° Labrone 17’40″64

Team vincente Borgo Cappuccini

Vogatori: Zapparata, Raugi, Capitani, Franchini, Timoniere: Marzi. Allenatore: Ughi

Poco dopo i dieci sono scesi in acqua. La tensione sul prato aumentava. Dirigenti e presidenti delle Sezioni Nautiche passeggiavano in attesa dei tempi ufficiali, anche se, molti di loro, hanno un cronometro per vivere la gara da vicino.
Il secondo a partite è stato il gozzo del presidente Attilio Lemmi, il Pontino San Marco, il quale dopo un tempo intermedio di 7’29″8 riusciva a chiudere con 15’02″01. L’attesa è stata snervante. Ancora sei gozzi dovevano partire. Gli arrivi si susseguivano con intermedi che facevano perdere le speranze ai giallorossi. Il Borgo nell’intermedio realizzava un tempo inferiore di 5″, ma all’arrivo doveva pagare 8″. La speranza aumentava di arrivo in arrivo, fin quando è partito il Venezia ed all’intermedio, 7’14″1, faceva nascere brutti pensieri alla cantina pontinese. Poi all’arrivo un tempo sotto i 15″. E le speranze svanivano in una sera d’estate. Ma resta la bellissima gara dei ragazzi giallorossi. Gara che meriterebbe una cornice.
Mauro Nocchi, lo speaker della manifestazione, legge il tempo effettuato dalla barca del presidente Gigi Suardi e scattano le braccia al cielo. Sono braccia biancorosse.
Adesso 15 giorni di riposo e poi la gara che ogni Cantina attende, il Palio Marinaro. Siamo certi che sarà un’altra gara. E mentre in cielo volavano mongolfiere e bolle di sapone, atleti, dirigenti, ospiti e spettatori lasciavano il prato della Fortezza Nuova felici di aver trascorso una serata tra le pagine della storia di Livorno. Mentre gli organizzatori stanno già guardano alla prossima stagione. E se la manifestazione si arricchisse anche di una gara che da anni è stata messa nel dimenticatoio? La scia.

Ordine d’arrivo Coppa Ilio Barontini, gozzi a 10 remi maschili

1° Venezia 14’48″05

2° Pontini S.M. 15’02″01

3° San Jacopo 15’03″07

4° Borgo C. 15’10″55

5° Livorno Sud 15’13″16

6° Salviiano 15’20″09

7° Ovo Sodo 15’35″08

8° Labrone 15’55″77

Team vincente Venezia vogatori: Baldacci, Mannucci, Voliani, Leoni, Ferretti, Del Bimbo, Novelli, Suardi, Pedani, Ferroni. Timoniere Marconcini. Allenatore: Pedani

Vogatore piu’ anziano: Massimiliano Boni ( San Jacopo)

Vogatore piu’ giovane: Nico Talini ( Salviano)

Super Coppa al Borgo Cappuccini per la maggior partecipazione di equipaggi tra Lorenzini, maschile e femminile, Fagni e Barontini. Quadro raffigurante Ilio Barontini del pittore Bruno Bardi al Venezia.

GIANNI PICCHI

Riproduzione riservata ©