Ciclismo, domani il Memorial Calderini

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

LIVORNO – “Questo primo Memorial Gino Calderini è, e vuole essere, un primo piccolo passo d’iniziative, che vorremmo consolidare negli anni nel ricordo del nostro presidente”.  Con queste parole Gianni Giannone, il delegato provinciale Coni ha aperto la conferenza di presentazione del 1° Memorial Gino Calderini. Ed ha proseguito ringraziando il presidente provinciale della Federciclismo, Luca Casini “per la sua caparbietà nel voler questa  manifestazione pur in un momento d grande crisi, dove tutto sta diventando difficile, a ricordar Gino, un uomo, che non potremo mai dimenticare per quanto ha fatto per lo sport, e non solo”.
Luca Casini ha preso la parola dappresso, iniziando a ricordare Calderini. “Conoscerti è stato un privilegio – ha detto Casini –  condividere un breve tratto della nostra vita dedicata allo sport, mi ha aiutato ad acquisire esperienza, e conoscenza nella gestione del mondo sportivo. Mi ha colpito di te la capacità di sapere ascoltare, e la sintesi nell’esporre le tue proposte. Riuscivi a capire il problema, ed ad individuare la soluzione, e, con caparbietà, percorrevi la strada per raggiungerla. Grazie Gino, alla tua famiglia l’abbraccio di tutto il nostro movimento. Ed infine un ringraziamento al Coni di Livorno, al delegato Giannone, per l’impegno dedicato a questo evento in memoria di Gino”.

Il Memorial sarà una gara ciclistica riservata alla categoria Juniores in programma domenica 22 settembre, con partenza da S.Vincenzo ed arrivo alla Terazza Mascagni di Livorno.

Percorso: S.Vincenzo ( partenza rotonda cimitero), via Vecchia Aurelia, bivio Accattapane, bivio Castagneto Carducci, bivio Bolgheri, Zì Martino, Bolgherese, bivio via Vecchia Aurelia, La California, bivio Bibbona, Bibbona centro (T.V.), La Camminata, bivio Canneto (SR68), bivio Casino di terra, SR68 bivio SR206 ( S.Pietro in palazzi), località le badie (T.V.), bivio La Giunca, La Maestà (G.P.M.), bivio Serragrande, via Lungomente, via della cava, Rosignano Solvay, Castiglioncello (T.V.), Quercianella, bivio Castellaccio, Castellaccio (G.P.M.), via di Montenero, Apparizione, via Mondolfi, via del Mare, viale Italia, Terrazza Mascagni (Arrivo). Per un totale di Km. 111,8. Partenza 9.30, con arrivo, previsto, intorno alle 12,30.

L’organizzazione sarà a cura della CSC Cilismo Sport e Cultura. Gli iscritti alla corsa sono oltre 120 , provenienti da diverse regioni italiane, come Toscana, Veneto Emilia e Campania. Tra gli iscritti il campione italiano juniors Matteo Trippi, fiorentino. Inoltre Sironi Velasco, vincitore del Giro della Lunigiana, nato all’Isola d’Elba, dove ha iniziato a correre per l’Elba Bike. Adesso veste a maglia dell’Work Service di Padova. Alla conferenza erano presenti la mamma di Calderini, signora Bruna, la sorella, signora Carla, e la figlia, Silvia. Oltre a Mario Fracassi e Mario Tinghi, consiglieri del Coni di Livorno.

Riproduzione riservata ©