Ufficiale. Paulinho si accasa all’Al Arabi (Foto). Altri due salutano, Maicon ad un passo

di rcampopiano

Mediagallery

Alla fine il tanto atteso giorno dell’addio di Paulinho è arrivato. Il brasiliano lascia la Toscana, ma non per il Veneto destinazione Verona come era ormai sicuro. L’attaccante ha preferito il Qatar, nella fattispecie l’Al Arabi. A far pendere l’ago della bilancia verso la squadra che fu anche di Batistuta, è stato il contratto che gli è stato offerto: 1,8 milioni all’anno (per quattro stagioni) più bonus contro gli 1,2 del Verona. Al Livorno inoltre vanno 8 milioni (uno in più rispetto a quanto offrivano i gialloblù) divisi in due rate: quattro subito e i restanti in una seconda tranche. L’ufficialità dell’operazione arriva dalla foto postata sul sito gianlucadimarzio.com dove l’attaccante firma il suo nuovo contratto.
La speranza è che quella di Paulinho sia l’unica cessione “eccellente” di questa stagione, ma potrebbe non essere così. Siligardi infatti ha fatto capire che vorrebbe giocare nuovamente in serie A. Sul suo conto c’era il Sassuolo, ma è stato solo un fuoco di paglia. Nelle ultime ore sembra che il Cesena ci abbia provato sfruttando il fatto che il trequartista è nativo di Correggio (Reggio Emilia). Il club bianconero ha chiesto il prestito, ma la trattativa si è spenta sul nascere visto che Spinelli vuole monetizzare. Genoa e Fiorentina continuano a strizzare l’occhio a Ceccherini senza però ricevere risposte. Il Frosinone ha messo gli occhi su Dionisi. La trattativa è ben avviata visto che il buon Federico non ha preso benissimo la cessione in Portogallo di due anni fa. Nel frattempo sono state ufficializzate altre due cessioni: Regno e Dell’Agnello vanno in prestito al Barletta (Lega Pro).

Per quanto riguarda le entrate, siamo ancora al punto di partenza. I tanti rientri non possono bastare ad allestire una squadra competitiva specie per il 4-3-3 che Gautieri ha in testa. Con il Lanciano è stato aperto un discorso per Piccolo mentre verrà fatto un tentativo con Vantaggiato, svincolato dopo il fallimento del Padova . Dopo Petagna (Latina) rischia di sfumare anche la pista Ardemagni, vicino al Bari. Galabinov, il cui contratto scade nel 2015, sarà l’ariete almeno per questa stagione poi se non vorrà rinnovare si passerà agli arrivederci. Con Mazzoni destinato al ruolo da titolare, Signorelli si è messo in cerca di un altro portiere. Sfumato Pigliacelli, restano in piedi due piste: il ritorno di uno tra Anania (vicino al Cagliari) o Aldegani. Per la corsia di sinistra è stato intavolato con il Napoli un discorso per Vitale. Sull’out opposto ecco Maicon (Reggina). 

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Filippo

    Spinelli tra tutte le squadre proprio all’Hellas ???? visto che è molto odiata è come se Igor Protti passasse al Pisa …!!! Non ti smentisci mai quando senti il profumo dei vaini … $PINELLI VATTENE

  2. # ale

    con tutti i soldi che prenderanno per Iturbe ( 31M) gli potevi sbucciare anche un diecino!

  3. # mario di borgo

    Affermazione mi auguro spiritosa altrimenti di basso profilo sportivo e culturale; le recenti tragiche esperienze di Ravenna, Padova e Siena farebbero presagire, senza il grande presidente Spinelli, una nuova caduta nel baratro del Calcio, quale memoria migliore del passato del Livorno. A nessuno deve interessare se Spinelli guadagna o meno dal calcio, ognuno utilizza le proprie risorse come meglio vuole, non mi sembra denaro pubblico distratto ai cittadini. Anzi ci e’ stato offerto, a me pare, una adeguata presenza ai massimi livelli del Calcio nazionale, che spero possa rimanere a lungo tempo. Inutili pertanto le affermazioni contro Spinelli che ha dato tanto alla citta’ con altrettanto ingratitudini da parte degli pseudotifosi del Calcio livornese.

  4. # Bent

    31 -18 di riscatto =13 milioni, questo è quanto ha guadagnato il Verona da Iturbe, non sbagliamoci….che poi dia fastidio che vada alla squadra di Mandorlini è un’altra questione!

  5. # Ivano

    Hai qualcuno te per sostituirlo?

  6. # mazzoni no

    con mazzoni titolare il livorno ha veramente poche speranze…