Palio dei rioni. La finale sarà tra Fabbricotti e Benci Centro

Mediagallery

Martedì 8 luglio, in una serata non proprio estiva, anzi, si sono svolte, al campo sportivo “Cini” (Gymnasium), le semifinali del nostro Palio Calcistico dei Rioni Livornesi. Alle 20,30 primi ad affrontarsi sono stati i rioni di Corea e del Fabbricotti. E’ stata una gara tatticamente ben giocata da entrambe le formazioni, anche se, nella previsione di una “vittoria ai punti” forse il Corea avrebbe meritato qualcosina in più, almeno per la determinazione dimostrata nel conseguire la vittoria piena prima del triplice fischio di chiusura e della conseguente “roulette” dei calci di rigore. Inizio gara guardingo per entrambi i team che cercavano di imporsi a centrocampo per poi sviluppare le loro azioni in profondità: il Corea con sventagliate a largo raggio e il Fabbricotti, invece, sfruttando la velocità di esecuzione. Niente comunque accadeva fino al 32’ quando, proprio su una veloce azione ficcante Andrea Cristiano portava in vantaggio i rossoneri. La seconda frazione di gioco vedeva una veemente reazione dei ragazzi di mister Dazzi che al 3’ raggiungevano il pareggio con la rete messa a segno da Francesco Caminarecci e che dava il via ad una specie di “assalto” alla porta avversaria, ma nulla più accadeva fino alla fine, per cui le squadre erano costrette a giocarsi la finale ai calci di rigore. Qui aveva la meglio la squadra di mister Bianchini che metteva a segno quattro calci di rigore mentre il Corea ne metteva a segno solamente tre, per cui il risultato finale non poteva che essere Corea-Fabbricotti 4-5.

La seconda semifinale vedeva di fronte i Rioni del Coteto e del Benci/Centro. Anche qui gara tatticamente perfetta di entrambe le squadre che però badavano più a difendersi che ad attaccare forse coscienti della posta in palio. I calciatori cercavano di non mollare un centimetro agli avversari pressando continuamente, da ambo le parti, i portatori di palla e facendo in modo così che non potessero innescare alcuna manovra pericolosa che avrebbe potuto poi svilupparsi nella propria area; per cui si va al riposo sullo 0-0.
Stesso copione anche nella ripresa eccetto qualche mischia creatasi solamente sugli sviluppi di alcuni calci piazzati, che le due difese, sempre attente e concentrate riuscivano a sventare con sicurezza, per cui ci si avvia a determinare l’altra finalista con lo spettro dei calci di rigore ma, a soli trenta secondi dal termine, su una conclusione in mezza rovesciata di un attaccante del Benci/Centro la palla va a colpire la mano larga di un difensore del Coteto. Rigore, che il bravo Fall Elandji Maissa trasforma. Disperazione sulla panchina e fra i calciatori del Coteto, gioia alle stelle, logicamente, fra quelli del Benci/Centro che vedono spalancarsi la porta della finalissima allo Stadio “A. Picchi”.

La serata finale, come detto,  si svolgerà sabato 12 allo stadio A. Picchi. Inizio alle 18,30 con la partita fra il rione La Rosa, vincente della classifica disciplina del Palio cui vanno i complimenti di tutta la Uisp, e una rappresentativa di “vogatori”, che avranno così la soddisfazione di cimentarsi in una disciplina molto diversa dalla loro. Alle ore 19.45, dopo aver ascoltato l’inno nazionale che verrà eseguito da “The New Choir”, sarà la volta della finalissima fra i rioni del Fabbricotti e del Benci/Centro. Al termine della partita ci sarà la sfilata in costume dell’Associazione “La Livornina” e, a seguire, le premiazioni del palio calcistico con la consegna dei premi al capocannoniere, al miglior portiere, alla vincente della classifica disciplina verrà consegnata una coppa donata dal Rione Corea in memoria di Marcello Razzauti.
A seguire avverranno le premiazioni degli equipaggi partecipanti al Palio Marinaro: minipalio, femminile, gozzi a 4, gozzi a 10; la serata sarà conclusa con giochi pirotecnici. Informiamo, inoltre, che all’interno dello stadio comunale sarà in funzione un servizio di ristoro presso il bar e che sarà anche allestita una mostra storica fotografica del Palio Marinaro curata da Enrico Campanella.

Riproduzione riservata ©