Juniores. Cade la Pls, sorride solo il Pontino nel derby

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

Asta Taverne – Pro Livorno Sorgenti 3-2

Asta Taverne ( 4-4-1-1 ) Hyseni, Toscaqno, RossiAnichini, Porcellotti, Lasorella, Bellugi ( 53’ Baccani) Panti, Carli, Del Buono, Petreni ( 59’ Ballerini). A disp: 12 Cesaro All. Mearini

Pro Livorno Sorgenti ( 4-3-3) Pagani, Botti, Rivecci, Bertolla, gariglia, Pacini, Domenichini, Galgano, Salvetti, Malloci, Brondi (69’ Quaglia). A disp: 12 Anzano 14 Melita 15 Toti

Arbitro: Spataro di Siena

Reti: 9’ Petreni 21’ 78’ (rig) Del Bono 42’ Domenichini ( rig.) 54’ Malloci

Ogni volta che la Pls va nel senese qualcosa gli va di traverso. Entrare in campo, lasciarla testa negli spogliatoi, commettere un serie di errori tecnici, e non riuscire a finalizzare molte azioni da gol, per errori banali. Queste le motivazioni di una sconfitta. Già il pre-partita non è stato dei migliori, per aiutare la concentrazione. L’orario prefissato era stato programmato alle 16,45  (e non alle 15). L’arbitro che non arriva. Telefonate all’Aia, ed arriva un altro arbitro. La partita inizia alle 17,15. Inoltre mister Falleni deve fare a meno di Martelli e Zoncu squalificati, Burini, Cesarano, Marconi indisposti, e Toti in panchina a far da spettatore, avendo problemi agli adduttori.

L’Asta non ha nulla da perdere, vista la sua posizione in classifica, mentre per la Pls, una vittoria la collocherebbe in zona playoff. Perciò i locali partono attendendo gli ospiti, che inanellano alcuni errori sotto porta, che danno nuova forza ai locali. Ed in 20’ sono a quota due reti. La reazione della squadra di mister Falleni è poca cosa, continuando nel solito trend negativo. Solo negli ultimi minuti finali ha un sussulto. Da una punizione dal vertice dell’area di rigore, la palla arriva a Salvetti, che nel momento di battere a rete, viene strattonato, e gettato a terra. Rigore. Domenichini dal dischetto non sbaglia. Così, le due squadre vanno al riposo.

La ripresa inizia con un passo diverso, e con una maggiore attenzione. E dopo una decina di minuti, la Pls raggiunge il pareggio. Palla in profondità, centralmente. Salvetti, appena dentro l’area di rigore, vede il portiere uscire, e lo supera con un pallonetto. Le braccia di Salvetti si alzano al cielo; ma il pallone batte nel palo, e torna in campo. Malloci, che ha seguito l’azione, ribatte nella porta sguarnita.

Raggiunto il pareggio mister Falleni disegna un centrocampo a quattro ed un attacco a due punte. Questo porterà un vantaggio nel mezzo, dove avevano inferiorità numerica. La Pls trova ritmo e concentrazione, mancando in fase di finalizzazione. L’Asta cerca di respirare con sporadici contropiedi. Ed in uno di questi, si forma una mischia in area di rigore della Pls. L’arbitro intravede un fallo, e fischia un rigore a favore dell’Asta. Del Bono non sbaglia. La Pls accusa i colpo, e non ha più la forza per poter andare a cercare un nuovo pareggio. Così al triplice fischio esulta la squadra locale.

Le altre livornesi – Cade in casa l’Antignano Banditella. Finisce 3-2 per il San Miniato. Per i livornesi non sono valse ad evitare la sconfitta le reti di Percivalle e Combi. Ko interno anche per l’Armando Picchi che viene sconfitto nel derby dal Livorno Nord Pontino che esulta grazie a Montecalvo e Mimini. Per i padroni di casa serve a poco la rete di Torri.

Riproduzione riservata ©