Eccellenza. Mordagà regala i tre punti alla Pls

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

Pro Livorno Sorgenti – Castelfiorentino 1-0

Pro Livorno Sorgenti (4-2-3-1 ) Sannino, Spagnoli ( 84’ Alicante) Rossi, Giglioli, Sgariglia, Welle, Ptri, Bozi, Mordagà ( 79’ Arbulla) Filippi, Pellegrini ( 590 Pacini) 12 Stefanini 13 Rivecci 14 Burini 17 Zoncu All. Tinucci

Castelfiorentino ( 4-2-3-1 ) Lisi, Mazzoni, Corti ( 61’ Olivieri) Fulignati, Trapassi, Vallesi, Damanti, Kamberi, Tampuci ( 53’ Sarti) Carcione ( 79’ Pratesi) Terreni 12 Bellomo 13 Giukiano 14 Nannetti 18 Scannadinari All. Cioffi

Arbitro: Colombo di Como ( Trapani – Gioli di Pisa )

Reti: 9’ Mordagà

Note: 72’ Mordagà si fa parar un rigore

LIVORNO – Su un terreno allentato per le continue piogge cadute durante la notte, la Pls ha comunque giocato nel suo modo preferito, giro palla e triangolazioni, con cambi di versante. Per tutto il primo tempo la Pls ha concesso poco o niente al Castelfiorentino. Nel secondo tempo ha abbassato toppo il suo baricentro, ed ha concesso campo ai fiorentini. I quali hanno solo raccolto diversi calci d’angolo, e qualche punizione dal limite. E quando gli amaranto, oggi in maglia rossa, si sono trovati in difficoltà, Welle, al suo debutto casalingo, ha fatto la parte del gigante, chiudendo, sia terra, che per via aera. Non disdegnando di avanzare sui corner a favore.

Poi quando nel finale, forse troppo tardi, è entrato Alicante, la Pls ha potuto scrollarsi di dosso il pressing avversario, ed andare a rendersi pericolosa dalle parti di Lisi. Due volte con Bozzi, ed, in precedenza, con Mordagà. Il quale era riuscito a guadagnarsi un rigore, ma il suo tiro dal dischetto è risultato troppo lento per sorprendere Lisi. Due vittorie di fila che fanno aumentare l’autostima da una squadra, che ha regalato un girone di andata.

Al debutto, un altro giovane della “covata” juniores di mister Signorini, Pellegrini, classe ’96. Piazzato accanto a Giglioli, due mediani davanti alla difesa. Buona personalità, e molta attenzione, quando conquistava palla, è chiaro che ha bisogno di capire come è il campionato di Eccellenza, ma l’intelligenza e le doti non gli mancano.

La rete

9’ Filippi, in posizione centrale, apre in fascia destra per Petri. Cross rasoterra, sull’accorrente Mordagà, in area di rigore, che batte a rete, Lisi non può fare niente.

Riproduzione riservata ©