Eccellenza. La Pro Livorno Sorgenti acciuffa il pari all’ultimo secondo

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

Po Livorno Sorgenti – Monsummano 2-2
Pro Livorno ( 4-1-2-3) Sannino, Spagnoli ( 70’ Rivecci) Rossi ( 53’ Vannucci) Giglioli, Sgariglia, Welle, Petri, Pellegrini ( 66’ Vaglini) Mordagà, Hemmy, Filippi. A disp: 12 Stefanini 14 Martelli 15 Alicante 17 Bozzi All. Tinucci
I.Monsummano ( 5-3-1-1) Ciurli Perillo, Bizzazrri, Panconesi, Martinelli, Monacci, Sigilli (82’ Moccia) Stefanelli, Degli Inncocenti, Giovannelli, Bertocci. A disp: 12 Rosellini 13 Pirrone 15 Orlacchino 16 Perniconi All. Ranieri
Arbitro: Baschieri di Lucca ( Lencioni di Lucca – Rizzello di Pisa)
Reti: 3’ Stefanelli (rig.) 11’ Degl’Innocenti 29’ Mordagà, 93’ Filippi

Il Monsummano scende al Magnozzi e porta a casa un punto. La Pls per gioire ha dovuto attendere il 93’. La firma quella di Matteo Filippi, cresciuto nella società. Quindi doppia gioia per il centrocampista biancoverde.
Dopo undici minuti la squadra di Ranieri era in vantaggio di due reti, mentre la Pls sonnecchiava. Una volta sotto di due reti qualcosa in piu’ hanno gettato sul green delle Sorgenti, tanto che al 29’ Mordagà accorciava le distanze.
Nell seconda parte qualcosa i padroni di casa qualcosa in più hanno fatto, ma in sostanza solo due azioni hanno impensierito Ciurli. All’88’, quando Hemmy colpiva la traversa, ed al 93’ quando la rete di gonfiava per un punto.
Così la Pls arriva a quota 30, una quota che dovrebbe dare loro serenità per il proseguo del campionato, anche se nelle ultime quattro giornate dovrà andare due volte in trasferta, con l’Urbino Taccola, domenica, ed a Ghivizzano, e due volte in casa, con il PietraMarina e, l’ultima, con il Ponsacco, già in serie D.

Le reti
3’ Welle contrasta fallosamente Degl’Innocenti in area. Rigore. Stefanelli sul dischetto non fallisce.
11’ Dalla trequarti Giovannelli crossa centralmente. Giovannelli è abile ad inserirsi fra i due centrali, e con un colpo di testa batte Sannino.
29’ Giglioli batte una punizione appena fuori dal vertice dell’area di rigore a destra. Mordagà ruba il tempo ai difensori avversari, e, di destro, infila l’angolo basso alla sinistra di Ciurli.
93’ Petri scende in fascia sinistra e cross. Filippi tra un nugolo di avversari, in area, trova lo spazio per battere a rete per il pareggio.

Riproduzione riservata ©