Beach soccer. Derby amaro per MensSana Livorno, ma al Calambrone è stata una festa

Mediagallery

La due giorni di gare di beach soccer al Calambrone si chiude con una doppia sconfitta per Livorno. La prima contro Happy Car Sambenedettese è maturata soltanto nei tempi supplementari con gli amaranto che hanno sfiorato in più di un’occasione la vittoria; più dolorosa la seconda avvenuta contro Pisa e finita 8-1 per i nerazzurri.

HAPPY CAR SAMBENEDETTESE – LIVORNO 5-4 dts (0-0;4-3;0-1; 1-0 )
Happy Car Sambenedettese: Carotenuto, Leghissa, Pastore, Jordan, Di Maio, Soria, Palma, Bruno Novo, Marazza, Juninho, Addarii, Comello. All: Di Lorenzo
Livorno: Rossi, Casali, Grossi, Banti, Razzauti, Domenici, Salvadori, De Giulli, Flauret, Lo, Gambino, De Meo, Sannino. All: Tramonti
Arbirtri: Murgida (Gallarate), Pavone (Forlì)
Reti: 1′ st Bruno Novo (S), 4′ st Soria (S), 5′ st Soria (S), 6′ st Domenici (L), 7′ Jordan (S), 8′ st Gambino (L), 12′ tt Salvadori (L), 1′ tt Salvadori (L), 2′ et Palma (S).
Note: Ammoniti 6′ st Comello (S), 7′ st Jordan (S),

Happy Car Sambenedettese al cospetto del Livorno per aprire il grande sabato della Betclic Arena Beach Soccer di Calambrone a Marina di Pisa. Seconda tappa per il girone A e punti pesanti in palio per poter puntare le proprie vele in direzione Catania, dove nel primo week end di agosto, ci si giocherà il tricolore. Di Lorenzo recupera il capitano e faro della squadra Bruno Novo, grande protagonista in Euroleague a Sopot. Su sponda amaranto invece ancora nulla da fare per Juri Cannarsa e attesa per il miglior Salvadori. Avvio scoppiettante se pur equilibrato ed il pubblico di Tirrenia si appassiona immediatamente. Prima volta per la Serie A Enel in questa perla del mar Tirreno ed arena piena. A metà primo tempo Bruno Novo usufruisce di un tiro libero da ottima distanza ma Rossi c’è. Livorno risponde subito con De Meo e anche Carotenuto non lascia sorprendere. Scivolano via i minuti ma il match non si sblocca. Poche le conclusioni davvero insidiose esclusa la difficile parata di Rossi su Soria che, raccolto un suggerimento al bacio dell’ottimo Jordan, lascia decollare una palla al “veleno”. Battute finali e occasione anche per il Livorno ma Gambino manca di poco la porta. Si va al riposo sullo 0-0. Seconda frazione di gioco e Samb che si mostra molto intraprendente. Leghissa detta i tempi con precisione e la squadra gira a mille. Dopo un minuto infatti, dalla distanza, Bruno Novo trafigge Rossi per il vantaggio marchigiano e la gara si accende definitivamente. Spizzata vincente anche per Soria e la Samb allunga il passo al 4′. La terza rete è ancora di Soria un minuto più tardi. Il numero 9 raccoglie da corner stoppa e conclude sull’angolo opposto. Al 6′ il Livorno rompe l’incantesimo ed accorcia le distanze. Entrata scomposta di Comello su De Meo e l’arbitro non ha dubbi, ammonizione per il numero uno e calcio di rigore che Domenici trasforma. La reazione della Samb è fulminante. Nemmeno il tempo per i labronici di esultare e Jordan di “prepotenza” entra in area e brucia Rossi per il 4-1. La partita è bellissima e non conosce pause. Corre l’8′ quando Gambino, al volo, colpisce la palla di sinistro e realizza una splendida rete che dimezza lo svantaggio. Pochi istanti e occasionissima per il Livorno. Nuovo calcio di rigore in favore dei toscani e possibilità per Gambino di riaprire il match in modo decisivo, ma la palla, si stampa sulla traversa. La Samb scampato il pericolo si riporta avanti e prova a sorprendere la retroguardia livornese ma Rossi è in gran forma e la gara resta apertissima. A 57” dal termine il cuore granata viene comunque premiato grazie alla spizzata di Salvadori che porta i suoi sul 3-4. Finisce il tempo ma il bello è alle porte. Passano 3” nella terza ed ultima frazione e Salvadori, ancora lui, fa esplodere l’arena con doppietta e pareggio. Spettacolo a Tirrenia ed onore al beach soccer con azioni pericolose da una parte all’altra senza risparmio. Parate decisive e risultato di 4-4 appeso ad un filo. La Samb sfiora in tre occasioni a seguito di azioni da manuale. Il Livorno replica ed impegna Carotenuto ma la gara approda inevitabilmente all’extra time. Nei tempi supplementari la Sambenedettese trova il gol a 6″ dalla fine con Palma e si aggiudica l’intera posta.

LIVORNO-PISA 1-8 (1-3;0-4;0-1)

Livorno: Rossi, Casali, Grossi, Banti, Razzauti, Domenici, Salvadori, De Giulli, Flauret, Lo, Gambino, De Meo, Sannino. All: Grossi
Pisa: Fedele, Scarpellini, Rognini, Bonadies, Bonamici, Novelli, Tacchetto, Biasci, Giannecchini, Degli Esposti, Cofrancesco, Cinquini, Morgè. All: Cecchi
Arbitri: (Macerata), (Ancona)
Reti: 4′ pt Giannecchini (P), 5′ pt Giannecchini (P), 6′ Salvadori (L), 8′ pt Cinquini (P), 7′ st Giannecchini (P), 7′ st Morget (P), 10′ st Bonamici (P), 12′ st Bonamici (P), 6′ tt Cofrancesco (P),
Note: Ammoniti Bonamici (P), Domenici (L). Espulsi Banti (L).
La giornata e la tappa si chiudono con il Derby Livorno-Pisa. Non c’è bisogno di altro per scaldare spalti strapieni e colorati con i rispettivi vessilli ed assistere ad un tifo da brividi. Il nero azzurro e l’amaranto che si stagliano sulla sabbia, incorniciati da bandiere e cori, sono la più bella fotografia per salutare la Serie A di questa splendida disciplina. Si apre con una sequenza di tiri incrociati che lascia immaginare il livello della partita. L’equilibrio è rotto al 4′ dal gol di Giannecchini che si ripete un minuto più tardi per la gioia dei tifosi pisani in tribuna. Il numero 13 nerazzurro fa tutto da solo, discesa sulla destra e diagonale preciso a beffare Rossi per la doppietta personale. Gara in salita per i labronici che però al 6′, usufruiscono di un calcio di rigore. Alla battuta Salvadori che non sbaglia e accorcia le distanze. Gara infuocata e ricca di contenuti tecnici importanti come il pallonetto al limite dell’area livornese di Cinquini che porta il Pisa sul 3-1 e di fatto, chiude la prima frazione. Il ritorno sul rettangolo di sabbia mostra qualche attimo di nervosismo e tanto agonismo. Il Livorno pressa cerca la rimonta ma il Pisa, su ripartenza, è sempre pericoloso. Giannecchini prende in mano la squadra della torre pendente e al 7′ sigla la sua tripletta che lancia il Pisa facendogli prendere il largo. A tramortire gli amaranto giunge pochi istanti dopo il rigore trasformato da Morget. Sul 5-1 a favore dei pisani l’atmosfera sugli spalti è appropriata alla Serie A, entusiasmo alle stelle su sponda nerazzurra e sconforto su quella amaranto. Bonamici al 10′ segna addirittura la sesta rete con un lancio preciso a scavalcare Rossi in uscita e due minuti più tardi, va ancora a segno. Lo score si fa pesante per il Livorno ma giunge il fischio finale ad interrompere l’irruenza pisana. L’ultimo tempo regala ancora emozioni ma solo ai tifosi pisani. Ottava rete di Cofrancesco e consapevolezza per i beachers di mister Cecchi di potersela giocare fino in fondo.

1^GIORNATA
Sabato 12 luglio

Happy Car Sambenedettese-Livorno 5-4 dts
Anxur Trenza-Lamezia 7-4
Milano-Barletta 5-6
Pisa-Viareggio 4-9

2^ GIORNATA
Domenica 13 luglio

Viareggio-Barletta 12-4
Happy Car Sambenedettese-Lamezia 6-0
Milano-Anxur Trenza 4-5
Pisa-Livorno 8-1

CLASSIFICA GIRONE A: Anxur Trenza e Viareggio 9 punti; Pisa e Sambenedettese 8; Barletta 6; Milano 5; Lamezia e Livorno 0 punti

Riproduzione riservata ©