Lancia la bandierina contro l’arbitro, maxi squalifica per dirigente. La società replica

di rcampopiano

Mediagallery

Alessio Fantoni, dirigente del Nuova Corea Migli (squadra militante in seconda categoria girone E), è stato squalificato fino al 28 febbraio 2016. Da una parte il comunicato della Figc Toscana in cui si motiva la decisione, dall’altra la versione contrastante della società che annuncia ricorso.
Tutto è successo nel primo tempo quando il Corea, impegnato nel match contro il Lajatico vinto 1-0, doveva effettuare un cambio come spiega il segretario Andrea Sardelli contattato telefonicamente ieri per avere una versione della società: “Dovevamo sostituire un nostro giocatore infortunato. Era già ammonito e al momento di uscire dal campo, tra l’altro dolorante in seguito ad uno scontro, si è tolto la maglia. Il direttore di gara non ci ha pensato due volte e ha estratto il secondo giallo impedendoci così di effettuare il cambio”. Secondo il comunicato, a questo punto Fantoni (che svolgeva il compito di guardialinee di parte come avviene fino alla prima categoria) avrebbe scagliato la bandierina contro l’arbitro, colpendolo: “Non è assolutamente andata così – prosegue Sardelli – il nostro dirigente ha semplicemente scagliato la bandierina in terra come gesto di rabbia senza mai colpire il direttore di gara”. Sempre secondo la Figc Toscana, Fantoni, a fine partita, avrebbe tirato dell’acqua all’arbitro, ma anche in questo caso il segretario prende le distanze: “Non ho visto fare un gesto del genere. In settimana ci riuniremo e quasi sicuramente presenteremo ricorso”.

Di seguito riportiamo il comunicato integrale della Figc Toscana
Fantoni protestava contro una decisione arbitrale entrando in campo e rivolgendo frasi offensive al D.G..Alla notifica, ritardava intenzionalmente la sua uscita, profferendo frasi minacciose ed offensive all’arbitro. Nel contempo, dalla distanza di due metri gli scagliava la bandierina colpendolo all’altezza della gamba sinistra, causandogli lieve e momentaneo dolore. Successivamente, dalla tribuna offendeva e minacciava il D.G. per tutto il resto della gara. Al termine di questa, rientrando nel proprio spogliatoio tirava dell’acqua addosso al D.G..

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # gabbro

    Ale ma cosa combini………Un saluto dal Gabbro!!

  2. # marco

    porca miseria, per una partita cosi importante e’ il minimo che il guardialinee potesse avere una reazione del genere… altro che squalifica per 2 anni…

  3. # paolo81

    Vergona

  4. # AdolfoBenni

    Vergogna

  5. # paolo79

    …in quelle categorie ci sarebbe da fare un bel ripulisti di personaggi un pò troppo agitati…due anni sono troppo pochi

  6. # Sergio

    certo deh, se sai che ti becchi l’ammonizione se ti levi la maglia in campo, aspetta di fare du’ metri e di levartela quando sei oltre la linea!
    Non ci vuole mica tanto, non sarebbe mica morto di caldo!
    E poi mi pare che il comunicato della FIGC parli chiaro: offese, lancio di oggetti, provocazioni.
    Te li meriti tutti vai… la rovina del calcio sono queste persone che insegnano valori sbagliati anche ai giovani.

  7. # Francy

    Per esperienza personale se un arbitro dice queste cose,anche se non sono successe realmente,poco si può fare. È successo al mio compagno accusato di aver dato una testata ad un arbitro donna ,non era vero e io ero presente alla partita,ma nonostante il primo ricorso dove è stato appurato che non c’ era stata nessuna testata e la squalifica fosse stata ridotta beh non è stato fatto molto e l’ ormai famoso arbitro continua la sua carriera. Mettetevi l’ anima in pace che se anche avete ragione,poco potete fare .

  8. # piratatirreno

    Ex arbitro! Purtroppo è vero! Come dalla tua ci sono giocatori o dirigenti che danno il cattivo esempio, anche dalla “ex” mia ci sono arbitri che alcune volte descrivono fatti gonfiandoli un pò! Purtroppo è anche vero che se un arbitro scrive una cosa non troppo differente dai fatti (ma comunque gonfiata) ci potete fare ben poco.

  9. # Alì

    Partitona!!!! E la dovete smette di fare i finti giocatori io gli davo 10 anni al dirigente e 5 a “Ronaldo”. Cosi la domenica stavano imbustati dentro i piumoni!!! Bonaaaa

I commenti sono chiusi.