Braccio di ferro, Sircana vince in Svizzera

Mediagallery

Sabato 10 ottobre 2015 si è svolto in Svizzera il prestigioso trofeo internazionale Swiss Open che ormai è arrivato alla sua ventitreesima edizione. Per dar ancor maggior lustro alla manifestazione sono state inserite due importanti sfide tra nazioni su cinque incontri con un solo minuto di recupero.
Nella prima sfida l’atleta più forte di casa Bielin Silva (Svizzero) si è scontrato contro un Atleta Italiano in forte crescita, Antonello Lucarelli, che purtroppo ha perso dopo una durissima guerra tra i due.
Nella seconda sfida invece la Francia ha schierato uno dei suoi più forti atleti costantemente ai vertici assoluti degli ultimi 10 anni, Mickael Gattoni. Il presidente della federazione italiana Claudio Rizza ha deciso quindi di inviare proprio il nostro atleta labronico, Daniele Sircana: “In passato ho perso con Gattoni e so quanto sia forte, mi sono preparato al meglio per questa sfida!”. Entrambi gli atleti hanno tecniche simili basate quasi esclusivamente sulla forza muscolare. Un match che doveva svolgersi sul filo del rasoio e così è stato per il primo dei cinque round dove la vittoria è stata assegnata a Sircana solo grazie ad una serie di falli che entrambi hanno commesso. Ma ciò è servito a far capire al nostro atleta di casa come affrontare l’avversario in modo determinante e così è stato. Incontro dopo incontro Daniele ha ottenuto sempre più il dominio della situazione terminando la competizione con un netto 5 a 0. “Non credevo di riuscire in questa impresa – ha commentato Sircana – ero io lo sfavorito”. Ancora una volta il tricolore sventola all’estero grazie anche agli atleti livornesi. La piccola delegazione italiana non si è fermata qua conquistando due categorie di sinistro grazie proprio a Lucarelli e Mirko Pierotti e addirittura l’assoluto di destro grazie a Tomas De Marchi. Da questo sabato Sircana riprenderà i propri allenamenti con la squadra numero uno in Italia, i “Tyrsenoi”, presso lo Sportcombat Club di Livorno

Questo è il link su youtube del video della sfida:

Riproduzione riservata ©