Berardo, un abbraccio lungo vent’anni

LIVORNO –  Tutti insieme, ogni anno, per ricordare l’amico scomparso. Berardo Battaglieri, 15 anni, un ragazzo solare appassionato di sport e della montagna, morì tragicamente durante una gita di boy scout precipitando in un dirupo sulle Apuane. Era il giugno del 1993 e da quell’anno gli amici organizzano un torneo di calcetto per ricordarlo.

La ventunesima edizione si è conclusa mercoledì sera sui campi di Corea. Come per tutte le precedenti edizioni, gli amici di allora di Berardo, ragazzini poi diventati uomini e genitori, qualcuno che si è aggregato negli anni, tutti uniti per stringersi attorno alla mamma di Berardo, Silvia, e al padre che ha lo stesso nome dello sfortunato ragazzo. Alla fine, la rituale premiazione. coppe, medaglie ricordo e una targa per i genitori di Berardo con la scritta “Un abbraccio lungo vent’anni al nostro caro amico Berardo”, espressione di quanto Berardo abbia saputo farsi voler bene nella sua purtroppo breve esistenza.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Osservatore labronico

    Un grande applauso a tutti coloro che ogni anno partecipano anche solo con la presenza esterna ai campi…..per il ricordo di Berardo

I commenti sono chiusi.