Uisp. Molo Novo in chiaroscuro: un successo e una sconfitta

Mediagallery

Molo Nuovo Livorno 64 – Ai Paparazzi 50 Parziali 8-15; 27-33; 48-43

Molo Nuovo: Cionini 16, Vigoni 13, Caiazzo 16, Leandrini, Pianigiani, Benetti 2, De Biasi 4, Gueye 3, Giannone F. 5, Macaluso, Parenti 5.

Ai Paparazzi: Tofani 9, Endrigo, Braccini 11, Contini 6, Cecchi 8, Lombardi 3, Diaz 2, Di Paco 5, Rosa 2, Corti 4, Galigani.

Il Molo Nuovo stenta a digerire i panettoni e fa troppa fatica ad aver ragione de I Paparazzi. La fatica è troppa anche in ragione delle due partite in due giorni figlie dello spostamento dell’ultima giornata del girone d’andata contro i Raptors, che costringono Benetti a dover gestire un turn over finalizzato ad avere sempre le più fresche forze possibili in campo.

Il primo quarto ha del disastroso: Molo Nuovo molle in difesa e Paparazzi che riescono a bucare la difesa gialloverde con una facilità inaudita, specialmente per mano di Braccini. Dall’altra parte il MN si affida quasi esclusivamente a Cionini (per lui 6 degli otto punti del primo quarto). C’è qualcosa da mettere a punto e Benetti prova a metterci una pezza inserendo Macaluso e Giannone, quest’ultimo rientrato dagli USA per qualche settimana e subito mandato a referto. Nel secondo quarto qualcosa si muove ma il break che porta sul più sei i gialloverdi, viene subito rimangiato dai Paparazzi che chiudono il secondo quarto sul +3. Ancora brutto basket da entrambe le parti.

Al rientro dagli spogliatoi qualcosa si muove, Benetti manda in campo Di Biasi, Parenti, Cionini, Giannone e Vigoni e questo quintetto sprint, privo di un vero lungo, solca il divario fra le due squadre col MN che prima riprende i biancorossi di Corti e compagni e poi inizia il sorpasso, che si concretizzerà in un ultimo quarto in cui brilla la stella di Caiazzo, che neanche doveva giocare per i postumi di un malanno alla caviglia, e che invece prende la squadra sulle sue spalle, infila un three in a row dalla lunga distanza e porta a casa due punti importanti.

Raptors Li 56 – Molo Nuovo Li 43
Raptors: 
Quarta 7, Pisani 4, Armadori 3, Fusco 13, Montecucco 21, Riccardi, Boito 15, Fassorra 6.
Molo Nuovo: De Biasi 9, Cionini 17, Vigoni 9, Gueye 6, Parenti 2, Pianigiani, Baggiani, Benetti, Masella

Le due partite in due giorni si fanno sentire per il Molo Nuovo che non riesce nell’impresa di vincere in casa dei Raptors, ma riesce a salvare almeno le forme della differenza canestri.
In realtà il Molo Nuovo non partirebbe neanche male, chiudendo avanti i primi due quarti, con una buona difesa a uomo che riesce ad arginare i buoni tiratori bluamaranto dei Raptors. In realtà attacchi stitici mantengono il punteggio molto basso con le due squadre che segnano nei primi dieci minuti la miseria di venti punti complessivi (8-12). Anche coloro che di solito la mettono dentro con maggiore facilità, come Fusco e Cionini, litigano col canestro della palestra D’Alesio e questo non foraggia certo lo spettacolo.
Al Molo Nuovo manca Caiazzo e la situazione falli dei lunghi si fa pesante col terzo fallo di Vigoni a fine secondo quarto,  e quello di Gueye a metà terzo tempino.
Nel terzo quarto, privi di riferimenti sotto canestro, i ragazzi di Benetti provano ad arginare lo stapotere di Montecucco e compagni, ma il parziale Raptors di 15 – 0 stenderebbe anche un tir. Baggiani, di rientro dopo un lungo infortunio, fa quel che può, ma al resto della truppa l’ossigeno fatica ad arrivare al cervello, ed i gialloverdi compiono diversi errori plateali dei quali i Raptors approfittano prontamente.
Nell’ultimo quarto il Molo Nuovo cerca con le poche forze residue di difendere il +14 dell’andata e ci riesce anche se i Raptors a pochi secondi dalla fine mettono dentro un canestro con fallo. Fassorra, però, sbaglia il tiro libero supplementare che avrebbe portato al pareggio della differenza canestri.

 

Riproduzione riservata ©