La Libertas è fuori dalla Coppa Toscana: “Avvisati solo 48 ore prima di giocare”

Mediagallery

Il derby tra Libertas e Pielle andato in scena venerdì davanti a più di duemila persone e vinto dai primi per 62-48 non si è concluso sul suono della sirena. O meglio, fino a lunedì sera i ragazzi di coach Pardini erano convinti, grazie allo scarto +14, di aver passato il girone nonostante fossero arrivati a pari merito con Pielle e Us Livorno per via della differenza canestri. Anche la Fip sezione Toscana ne era convinta tant’è che aveva emesso un comunicato dove affermava che la Libertas aveva passato il turno. Tuttavia intorno alle 19 di lunedì sera è arrivata la doccia fredda da Roma: la Libertas non ha passato il girone come prima a causa del quoziente canestri che viene calcolato dividendo il totale dei punti segnati per il totale dei punti subiti da ciascuna squadra negli incontri diretti. Il risultato finale è che per 4 millesimi i gialloblù sono fuori e a passare il turno è la Pielle.
“C’è grande dispiacere – commenta coach Pardini – non per il non aver passato il turno in Coppa Toscana ma per come si sono svolti i fatti. A 17 secondi dalla fine del derby ho detto ai miei ragazzi che per passare il turno occorreva un distacco di 14 punti e così è stato. Tutto sembrava essere andato bene, poi la Fip ci ha chiamato dicendo che si erano sbagliati e che per il quoziente canestri passava la Pielle. Il trattamento che ci hanno riservato non è stato dei migliori, anzi. Noi ci siamo sbattuti per trovare un posto dove giocare e abbiamo rinunciato a degli impegni per poi veder saltare tutto. Quando ci hanno comunicato la notizia tutti siamo andati in cerca del regolamento della Coppa Toscana senza però trovalo”.
Anche nelle parole del direttore organizzativo Paolo Dani si può intuire l’amarezza per quanto successo: “L’articolo 62 del regolamento esecutivo prevede che in caso di arrivo a pari punti di tre squadre quello che conta è il quoziente canestri. Nel 98% questo coincide con la differenza canestri, ma noi abbiamo trovato l’unico caso dove non è così. Bastava vincere con uno scarto di 15 punti e avremo passato il turno. Sicuramente il regolamento è capestro e non funziona. Rimane comunque la soddisfazione per la grande serata di sport vissuta venerdì”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # dottJ

    Poi lasciar passare la Pielle…al prossimo turno verrà cacciata fuori…..fare da subito ricorso anche perché non è scritto da nessuna parte che vale il quoziente canestri….Comitato Fip da sostituire…non esiste da nessun’altra parte d’Italia, un regolamento inesistente.

  2. # Chuck Jura

    Caro dottJ leggere l’art 62.2.II del regolamento esecutivo gare FIP. Lì c’è scritto… Da 16 anni (sedici) il regolamento prevede nell’arrivo a pari punti di 3 squadre il quoziente canestri. Chi non lo sa (squadre o federazione) si informi.

I commenti sono chiusi.