Il Don Bosco vuol tornare alla vittoria

Mediagallery

La parola d’ordine in questo girone di ritorno per la Pallacanestro Don Bosco Livorno sarà dimenticare. Dimenticare gli alti (iniziali) e i bassi del campionato, dimenticare le tante partite sfuggite di un non nulla, ma anche le vittorie. Perchè in questo girone A ogni gara ha una sua storia. Ecco quindi come il match di domenica a Castelfiorentino, per Sanguinetti e soci, debba necessariamente rappresentare un punto zero dal quale ripartire.  Come detto però la vittoria (82-67 per i ragazzi di Da Prato) nella prima partita del campionato fra le mura amiche del PalaMacchia non deve fare testo.

Intanto perchè l’ABC in casa è decisamente un’altra squadra: al Palazzetto Comunale di Castelfiorentino la squadra di Angelucci vanta un record, invidiabile, di 5 vittorie a fronte di una sola sconfitta. Un ruolino di marcia del genere deriva anche dalle grandi percentuali di tiro che Montagnani e compagni tengono davanti al loro pubblico. E per una squadra che vive di tiro da fuori come l’ABC è un dettaglio a dir poco importante. Dentro l’area poi il compito per Malfatti e Lemmi (Benvenuti salterà infatti anche questo match) non sarà dei più facili, nel limitare la coppia formata dal livornese Bertolini e Doncic (ex Jesi) che riescono spesso ad essere la vera spina nel fianco per le difese avversarie. Infine occhio ovviamente al miglior realizzatore di Catelfiorentino, quel Venucci che produce una media di 14.5 punti per gara. Una prova sicuramente non facile per Livorno, quella di strappare una vittoria fuori casa ad una formazione che fa del fattore campo un elemento vincente. Ma i ragazzi bainco-blu ci proverranno lo stesso senza mai mollare. Dimenticandosi di tutto il resto.

Riproduzione riservata ©