Il Don Bosco riparte da Gigena

Mediagallery

Dopo la straordinaria stagione “prodotta” da Mario Gigena, autore di oltre 16 punti e 6 rimbalzi di media, erano davvero pochi i dubbi sulla sua riconferma. E quindi la Pallacanestro Don Bosco Livorno sarà ben felice di ripartire dal suo capitano per affrontare la prossima stagione di serie B (ex DNB) e rappresentare ancora una volta la città di Livorno ai livelli più alti.
Gigena, ma ovviamente non solo lui: la volontà della società di via Allende sarà, seguendo la tradizione, di puntare ancora sui giovani, soprattutto livornesi, perché proprio la livornesità sarà una delle caratteristiche della prossima rosa bianco-blu.
Giovani con più esperienza dell’anno passato, dettaglio questo non di poco conto, affiancati oltre che dall’italo-argentino anche da altri giocatori di categoria con il fine di rendere la Pallacanestro Don Bosco Livorno più competitiva possibile in un campionato, quello di Serie B, che potrebbe vedere al suo interno un interessantissimo giorno tutto toscano.

Dopo il grande risultato delle Finali Nazionali Under 19, il settore giovanile Don Bosco, targato ancora Carismi, si ripresenterà ai nastri di partenza di nuovo con ben 7 formazioni giovanili e tanta voglia di continuare ad imporsi come una delle prime realtà nazionali per quanto riguarda il basket giovanile.
E mentre è ancora in fase di costruzione l’organigramma dello staff tecnico, al PalaMacchia già si pensa a come raggiungere di nuovo i grandi obiettivi centrati dal settore giovanile labronico nella passata stagione.

La prima grande novità si chiama però Spalding. La Pallacanestro Don Bosco Livorno ha infatti raggiunto un accordo biennale con la famosa azienda statunitense che vestirà tutto il Don Bosco, dal Minibasket alla Serie B. Uno sponsor tecnico di grande livello che ha voluto affiancare il progetto Don Bosco. Una notizia questa che non può non far ben sperare tutti i tifosi di pallacanestro della città.

Riproduzione riservata ©