Don Bosco, la rincorsa ai playoff continua

Mediagallery

Pallacanestro Don Bosco Livorno – Alessandria Basketball 77-68 (20-25, 16-14, 24-9, 17-20)

Pallacanestro Don Bosco Livorno: Vallini 5, Sanguinetti 18, Sollitto 2, Mazzantini 16, Lucarelli 2, Lemmi 2, Gigena 19, Artioli, Malfatti 4, Benvenuti 9.

Alessandria Basketball: Francescato, Milone 3, Danna 7, Salvatore 6, Grilli 20, Bazzoli 14, Ferri 10, Pavone 4, Stassi 4, Frattallone.

Missione compiuta. Livorno supera Alessandria in una partita delicata, una partita che, per molti versi, può valere una stagione.
2 punti d’oro quelli guadagnati da Gigena e soci che, se da un lato allontano lo spettro retrocessione, dall’altro mantengono più viva che mai la speranza dei playoff, un sogno per una squadra così giovane.
Il successo di stasera porta tante firme, ma una in particolare: quella di Saverio Mazzantini autore di una prova davvero superlativa. Lo pterodattilo col numero 11 ha segnato, preso rimbalzi (alcuni ad altezze davvero siderali) difeso e trascinato i suoi quando più ce n’era bisogno. E poi il solito, eterno Super Mario Gigena, realizzatore incontenibile, ma anche grande difensore.
E come non menzionare Giacomo Sanguinetti che visto il canestro “largo come una vasca da bagno” ed ha centrato alcuni dei canestri decisivi per il Don Bosco.
Vince dunque Livorno e lo fa grazie un terzo quarto micidiale che racconta di un parziale di 24 a 9 in favore dei labronici.
Alessandria era riuscita, nei primi 2 quarti, a mantenere l’inerzia della gara grazie alla mano caldissima di Grilli e all’ottimo contributo dalla panchina di Danna e Ferri.
Poi c’è stata solo Livorno, con l’intensità difensiva di una squadra che ha tanta fame, com’è giusto che sia.
Ma è già tempo di pensare al CUS Torino che ospiterà la Pallacanestro Don Bosco sabato prossimo, in un match che può significare salvezza (quasi) sicura per i nostri.

Riproduzione riservata ©