Cecina è troppo forte anche per Livorno

Mediagallery

 Pallacanestro Don Bosco Livorno – Basket Cecina 70-83

(17-18, 20-19, 17-28, 16-18)

Pallacanestro Don Bosco Livorno: Vallini 8, Sanguinetti 9, Sollitto 8, Mazzantini 13, Lucarelli, Lemmi, Gigena 14, Artioli 3, Malfatti 6, Benvenuti 9.

 Basket Cecina: Fratto 10, Rischia 10, Favilli, Sanna 22, Del Testa 5, Listwon 6, Salvadori 3, Caroti 3, Bruni 17, Capitanelli 7.

Le attese su Lorenzo Benvenuti non sono rimaste deluse. Livorno, ritrovato il suo totem, era sembrata davvero quella di inizio campionato quando la palla si muoveva vorticosamente sul perimetro per poi finire nelle mani giuste che la trasformavano in due o tre punti.

E’ stato così anche stasera, con i giovani Sollitto, Mazzantini, Artioli ha dare il loro grande contributo. Poi un black out che dura tutto un terzo quarto. Un periodo di gioco dove la classe infinita di Giovanni Bruni e la verve offensiva di Massimiliano Sanna chiudono più o meno definitivamente la gara.

A poco serve la consueta rimonta labronica che, con Gigena e Vallini, minaccia il vantaggio in doppia cifra cecinese (che tocca anche il +18). Ma sono tiri semidisperati che centrano il bersaglio solo perché i due godono di un talento rarissimo. Cecina è più forte, lo dimostra in attacco dove con la sapiente regia di Bruni trova sempre il tiro giusto. E lo fa anche in difesa forzando tanti errori e tante palle perse a Livorno.

Il morale della partita è che Cecina si conferma squadra di categoria 5 stelle che se la giocherà fino al termine del campionato per una promozione. Per Livorno invece la prima vittoria del 2014 è rimandata e la prossima occasione sarà domenica a Piombino in una sfida che può valere la salvezza.

 

 

Riproduzione riservata ©