Amnesty Livorno a caccia del colpo in trasferta per continuare ad inseguire i playoff

Mediagallery

La vittoria di domenica scorsa contro Empoli ha iniettato una grande dose di fiducia nella Amnesty Don Bosco Livorno che affronterà la trasferta di Pavia convinta di potersela giocare davvero con chiunque.
Ma la squadra di coach Romano Peditti è cliente non facile: reduce da una brutta batosta contro Cecina (76-49 il risultato in favore dei cecinesi) i pavesi devono assolutamente aggiudicarsi la vittoria per mantenere l’ultimo posto valido per la post-season minacciato dallo stesso Don Bosco e da Piombino.
Se all’andata, sul campo del PalaMacchia, Livorno dominò la gara grazie ad un super Vallini (80-62 il risultato finale), domenica la musica potrebbe essere differente grazie al neo acquisto Roberto Maggio, playmaker da 11 punti di media. Massima attenzione, ovviamente, anche su Stefano Degrada e Filippo Politi i due leader tecnici e non solo della formazione bianco-rossa.
La Amnesty si presenterà al PalaRavizza, come detto, con un entusiasmo importante che potrebbe fare la differenza.
E per coach Da Prato, rispetto alla partita del 15 Dicembre, saranno presenti sia Benvenuti che Sanguinetti (entrambi ai box nella partita di andata), due pedine di non poco impatto nello scacchiere del match. Palla a due alle 18.

Riproduzione riservata ©