Basket, Serie D. L’ U.S. riabbraccia Giardini con la vittoria nel derby contro la Pielle

Mediagallery

U.S. DIL. LIVORNO BASKET – A.S.D. PIELLE LIVORNO 68-64 (20-21, 37-37, 49-50)

U.S. DIL. LIVORNO BASKET: Vukich 13, Bettini A. 15, Busoni, Volpi C. 2, Orsini 7, Caluri 9, Davini 3, Giardini 17, Giancotti, Volpi M. 2. All.: Trocar.

A.S.D. PIELLE LIVORNO: Botteghi, Scardigli 13, Burgalassi 2, Giannetti, Lo Muscio, Bernini F. 4, Capobianchi 2, Vicenzini 23, Massoli 8, Canigiani 12. All.: Marzini.

ARBITRI: sig.ri Mori Eduardo, Borsani Massimo.

di Eva Bernini

LIVORNO – Sorride l’U.S. nel primo derby labronico di questo girone di ritorno del campionato di serie D, e lo fa contro la cugina livornese della Pielle, che aveva perso di un solo punto la gara di andata. Partita sempre combattuta da entrambe le squadre, con il ritorno del figliol prodigo Giardini che mette a referto 17 punti per l’Unione, mentre le triglie mettono in mostra un ottimo Vicenzini (23 punti alla fine) e un sempre presente Scardigli (13 per lui).

La partita si apre per i padroni di casa con una tripla di Orsini, seguita da molti errori di entrambe le formazioni; nei primi 5 minuti di gara la Pielle è praticamente tutta Massoli (6 punti), mentre l’U.S. sfoggia un convincente Giardini (subito 8 per lui). Vicenzini decide di essere della partita e il giocatore biancoblu piazza 9 punti in un amen, tanto che a due minuti dalla fine del primo quarto l’Unione è costretta al time out sul 19-13 ospite. Di nuovo Giardini, Davini e un canestro da tre punti di Bettini permettono il vantaggio interno, ma Capobianchi appoggia al tabellone il cesto del 21-20 piellino sulla sirena.

La seconda frazione è inaugurata da un ispirato Bettini che entra ufficialmente in partita con due triple; la squadra di coach Marzini, che non capitalizza su un antisportivo fischiato allo stesso Bettini, si tiene comunque a contatto con un jump dalla media di Canigiani, che impatta il punteggio a quota 28 per i suoi. La Pielle prova a operare il sorpasso e scrollarsi di dosso gli avversari, ma Vukich (autore alla fine di 13 punti) ha altre idee: con un canestro e fallo regala alla sua squadra prima il pareggio e poi il comando della gara: 37-35 per i ragazzi di coach Trocar a poco meno di 2 minuti dall’intervallo lungo. Il derby continua a non avere un padrone e prosegue sul filo della parità, tra canestri sbagliati e difese troppo permissive. Scardigli e Vicenzini, con un tiro libero ciascuno, mandano tutti negli spogliatoi sul punteggio di perfetta parità, 37-37.

Nel terzo quarto la musica non cambia e l’incertezza continua a dominare incontrastata, così come i molti errori al tiro da parte di entrambe le squadre. La banda di Gigio Marzini prova a stringere le maglie della difesa, ma Giardini riprende da dove aveva terminato e porta sul +4 la sua squadra quando il cronometro dice 3:57 alla fine del periodo. La Pielle spara a salve e diventa piuttosto fallosa, situazione che consente ai padroni di casa di mantenersi in vantaggio grazie ai tiri liberi. Vicenzini si risveglia e acquista nuovamente confidenza col canestro: è suo il -4 piellino, che diventa subito -2 grazie ad un ulteriore paniere di Scardigli: 47-45 a 59’ dall’ultimo mini-intervallo. Inizia lo “Scardigli show”, che culmina con una sua tripla allo scadere del tempo, mandando in visibilio i tifosi piellini: tutti gli ultimi 7 punti della squadra sono suoi. Sorpasso, 49-50 Pielle e tutto da rifare per l’Unione.

Nell’ultima frazione Caluri riporta una boccata di ossigeno per l’U.S., permettendo ai suoi di restare attaccati alla partita, ma la truppa biancoblu adesso è maggiormente presente sia a rimbalzo che in difesa, rendendo difficile la via del canestro a Bettini & co. Scardigli continua a trascinare i suoi e a dettare i ritmi dell’attacco, che con lui e Burgalassi ha acquistato maggiore fluidità. A 6:21 dalla fine il tabellone recita 56-52 per gli ospiti. Ancora Scardigli da una parte, Giardini dall’altra e la partita è ancora tutta da giocare. Caluri si esibisce in una stoppata su Vicenzini, recupero e canestro da tre punti per il -1 U.S., ma Vicenzini non ci sta e con un’altra tripla riporta i suoi a +5, 59-64 a 3:35 dal termine. Caluri ancora bissa e Massimo Volpi pareggia la partita, facendo 1/2 dalla linea della carità. Nell’ultimo minuto di gara l’Unione è più lucida e Bettini, complice una palla persa dagli avversari, va a segnare in penetrazione il sorpasso, 66-64 a 50’ dalla fine. Nel valzer dei tiri liberi finali, pesa il sanguinoso 0/4 della coppia Scardigli-Capobianchi, che pone la parola fine a questo avvincente derby. Finisce 68-64 per i padroni di casa, che festeggiano il 2/2 in campionato contro la squadra di Marzini, attesa adesso da un turno di riposo. Per l’U.S. invece è già tempo di pensare alla prossima gara: un altro derby, stavolta in casa del Meloria Basket 2000.

 

Riproduzione riservata ©