La Criscuolo è formidabile nel salto con l’asta, bene anche Ceresoli e Chelli. Tutti i risultati

di Gabriele Pritoni

Periodo intenso per l’atletica, con la stagione outdoor in pieno svolgimento. Cominciamo dai giochi del mediterraneo under 23 di Aubagne di dieci giorni fa, nel sud della Francia, che vedevano convocati due esponenti dell’Atletica Livorno. Joao Bussotti ha sfiorato il podio nei 1500, non riuscendo a piazzare la sua proverbiale volata al termine di una gara condotta a ritmo piuttosto lento, mentre Sonia Ruffini è stata frenata dalle scarpe nei 10mila metri ed è giunta attardata: l’atleta bianco verde non usa le chiodate per i postumi di un infortunio a un piede ma sulla pista resa viscida dalla pioggia sarebbero state invece necessarie.

L’evento più importante è stato il campionato nazionale individuale Allievi di Rieti, con le gare distribuite addirittura su tre giorni (dal 22 al 24 giugno). In casa Atletica Livorno, nuovo primato personale per la mezzofondista Giulia Morelli. L’atleta di Paolo Angioni è in ascesa prestazionale da settimane: il suo nuovo personale di 10:23.80 le vale il quinto posto nei 3000m. Per il resto si contano una serie di piazzamenti con qualche delusione: il triplista Andrea Rinaldi non va oltre il decimo posto nel triplo con 13,42m, Andrea Ristori è nono nei 3000m (con il personale di 8:59.89), Natalia Novi è fuori dalla finale nel martello (19esima), Andrea Foresi è ventesimo nel giavellotto. Irene Buselli fa un ottimo, per lei, 12’36” sui 100m ma non riesce a entrare in finale. 22esimo Lorenzo Grossi nella 10km di marcia, 23esimo Andrea Warin nel lungo (anche da lui era lecito attendersi di più). Attardati Alessio Mannucci nel disco, Paolo Cerrone e Lisa Cantoni negli 800m.
Gli amaranto festeggiano invece tre medaglie, di cui una d’oro: si tratta di quella della campionessa italiana Alice Criscuolo, che migliora di 10cm il suo personale superando con l’asta i 3,25m sia in qualifica che in finale. Gli amaranto festeggiano invece due medaglie:  un bronzo arriva da Fabio Ceresoli nell’alto con il personale di 1,95m, un argento da Matilda Chelli nel disco con 37,92m, primato stagionale. Ottima anche la prestazione di Alice Criscuolo, che migliora di 10cm il suo personale superando con l’asta i 3,25m sia in qualifica, dove arriva prima, che in finale, dove è sesta assoluta. L’importante sono ovviamente le medaglie ma non sono da sottovalutare i personali nelle gare importanti, segno di maturità e fiducia. Delusione per Filippo Maniaci, inciampato malamente in una buca mentre camminava: con una caviglia in disordine non è riuscito ad andare, nel triplo, oltre il 20esimo posto. 12esimo nella 10km di marcia Gabriele Capannini, 22esima negli 800 Sarah Orrù, che fa meglio nei 1500 dove arriva 14esima. Buona 15esima Diletta d’Apote, che sta tornando ai livelli migliori, nel salto in alto (1,57). Sara Fuduli manca la finale del martello (21esima con 45,79), Sara Faraggiana è 36esima nel lungo mentre Battaglia, Consani, Bandoni e Paladini giungono 27esime nella 4×100.

1_24_06_2014-167x300A Firenze, dove erano in scena la finale del campionato regionale individuale e a squadre di Pentathlon cadetti/e e il sesto episodio del Grand Prix Fidal Toscana estate, sono arrivate diverse medaglie.
Nel Pentathlon cadette la “solita” Arianna Lazzeri (LR) vince alla grande con 3889 punti, seguita da un’ottima Silvia Dini (AL) a 3131 e da Sofia Carta (LR), quarta a un centinaio di punti dal podio ma avanti di soli 15 a Pollyana Gurrieri (AL). Tra i maschi, il miglior livornese è Federico Di Napoli (AL), quinto con 2652 punti. 17esimo Federico Quinti (LR) con 2302. A livello societario, tra le cadette è dominio labronico: l’Atletica Livorno è prima e la Libertas seconda. Va meno bene tra i maschi, con le società rispettivamente decima e sesta.
Per il Grand Prix, scarsa la presenza livornese. Bel successo di Emilio Marconi (AL) nei 400h in 56.01, bronzo invece per la compagna Francesca Boccia all’asta con 3,30m, lontana dal personale di 3,70m. Altro successo per Ilaria Cariello nel triplo con 12,25m e ancora un bronzo bianco verde per la Senior categoria 50 Marina Mariottini (AL) nei 200m.

A Vicopisano, ai campionati toscani di società e individuali di corsa e marcia, sugli scudi va invece la Libertas, che conquista il campionato di società ragazzi di marcia. Davide Finochietti vince, nella 2km, bissando il titolo toscano individuale indoor e dietro di lui arriva Nicola Bertoletti. Gli amaranto mancano per un soffio l’en plain sul podio perchè Leonardo De Santis è beffato nel finale dal grossetano De Simone. De Santis, al primo anno di categoria, è comunque campione toscano per la classe 2002. Quinto Fabrizio Caprai, decimo Sergio Palumbo. Settimo Andrea Giovannetti, primo dei bianco verdi – terzi nella classifica di società – e terzo di classe 2002. Fra le ragazze Arianna Figlioli al primo anno di categoria conquista la maglia di campionessa toscana per l’anno 2002 classificandosi sesta assoluta; terza di categoria, e nona nella generale, la bianco verde Emma Porciatti. A livello societario l’Atletica Livorno è quinta mentre la Libertas è attardata.

leo

Per quanto riguarda la corsa, il secondo posto di un battagliero Samuele Froglia – campione toscano 2002 – insieme al quinto di Edoardo Dainelli e ai piazzamenti di Amoruso, Condurache, Del Forno e Piciocchi nei 2000m, consentono alla Libertas di arrivare seconda nella classifica di società (nessun bianco verde in gara). Nella categoria ragazze non erano presenti atlete livornesi.
Nei cadetti il quarto posto di Andrea Bertoletti e il sesto di Guido Matteo nella 4km di marcia portano i colori amaranto sul terzo gradino del podio di società; meglio di loro l’Atletica Livorno, seconda grazie a Fabio Barattini e Alex Diella, secondo e quinto. Seconda è anche Sara Perullo (AL) nella 3km, a soli 4 secondi dall’oro e davanti a Margherita Finocchietti (LR), terza in rimonta. Ritirata purtroppo l’altra amaranto Lisa Galatolo, per un fastidio muscolare, la Libertas è indietro nella classifica di società, dove invece l’Atletica Livorno è quinta. Nella corsa erano presenti solo due cadette della Libertas: Rahel Ercolini e Costanza Gualtieri, nona e undicesima al traguardo, consentono alla società di raggiungere il terzo gradino del podio della classifica a squadre.
In vista dei prossimi appuntamenti estivi, buono il test di Gianluca Picchiottino, in forza alla Virtus Lucca ma di sangue amaranto, secondo al traguardo fra i senior sui 6 km di marcia, pur se distanziato dal vincitore.

Riproduzione riservata ©