Atletica. Contini e Rinaldi staccano il biglietto per gli italiani

Mediagallery

di Gabriele Pritoni

LIVORNO – Fine settimana di gare per l’atletica livornese, impegnata a Firenze per le prove di “Caccia al minimo” – finalizzate al raggiungimento dei parametri minimi per la partecipazione ai campionati nazionali di metà febbraio ad Ancona- e a Lucca per la prima prova del campionato di società di Cross. Le gare di Firenze erano valide anche per il campionato regionale di prove multiple. Le due società cittadine, Atletica Livorno e Libertas Runners Livorno, hanno partecipato con circa 60 atleti.

Allo stadio “Ridolfi” di Firenze, la “caccia al minimo” è fruttosa per Mattia Contini (60Hs Promesse), uno degli atleti di punta della Libertas, che ferma il cronometro su 8.30, ben 54 centesimi sotto il minimo. Nel lungo Allievi è ottimo il 6,68 di Andrea Rinaldi dell’Atletica Livorno, che stacca il biglietto per gli italiani categoria Allievi (6,30 il minimo), così come il compagno Foresi, pentatleta, che fa segnare 6,36. Più indietro invece Pistolesi, Lenzi, Mazzantini e Warin. Tra le ragazze, sempre per l’Atletica Livorno, Ilaria Cariello è seconda con 5,80, lontana 15 centimetri dal minimo. “Non è un problema – dice l’allenatore Massimo Favoriti – perché Ilaria ha già maturato il diritto di partecipazione l’anno scorso e la misura del salto, non eccezionale, è in linea con la sua preparazione, programmata proprio per i campionati nazionali”. Ilaria si è poi aggiudicata la gara di salto triplo con 11,97 (minimo 12,55) davanti alla compagna di squadra Sara Biricotti, cui però, essendo Juniores, gli 11,66 sono più che sufficienti (minimo 11,25).

Nel salto in alto Allieve, Diletta D’Apote della Libertas supera l’asticella a 1,64 migliorando il proprio personale di ben 5cm e garantendosi il lasciapassare per gli italiani (minimo 1,61).

Carlo Fagioli della Libertas conferma la sua partecipazione ai nazionali, già maturata lo scorso anno, con 4230p. nell’eptathlon Juniores (minimo 3800), migliorando inoltre il proprio personale all’asta di 20cm riuscendo a saltare 3,90m; il compagno di squadra Filippo Maniaci invece si guadagna l’ambito traguardo nel pentathlon Allievi con 2892p. (minimo 2800), superato dal rivale Andrea Foresi dell’Atletica Livorno con 3064p. già citato per il salto in lungo.

Vanno vicini ai minimi Caterina Bianchini e Tommaso Pistolesi dell’Atletica Livorno (rispettivamente nei 60m piani e nel salto in lungo Juniores) e Tommaso Belfiore della Libertas nel triplo Promesse. Tutti e tre avranno un’altra possibilità il primo fine settimana di febbraio.

Domenica sotto le mura lucchesi si sono distinti per l’Atletica Livorno Giulia Morelli (seconda nella 4km Allieve con 16.11), Alessio Ristori (terzo nella 5km Allievi con 17.46) e Gianmarco Lazzeri (terzo nella 6km Juniores con 20.25); di rilievo, sempre per i biancoverdi, anche le prestazioni di Luca Lemmi (nono con 33.33 nella 10km assoluti) e di Irene Antola e Sonia Ruffini (undicesima e tredicesima con 23.25 e 23.51 nella 6km assoluti). La Libertas Runners conquista un buon quinto posto con Sarah Orrù nella 4km Allieve (a 27s dalla Morelli), e alcuni piazzamenti minori con Becucci, Capannini e Stellati nella 5km Allievi (20.12, 20.19 e 21.22 i loro crono).

 

 

Riproduzione riservata ©