Cagliari. Lopez: "Voglia di rivincita dopo la beffa con la Samp". Statistiche

Il Cagliari verrà al Picchi con una formazione che dovrebbe schierare il tridente o comunque un 4-3-1-2, dal quale sarà assente l'infortunato Cossu

di admin

Mediagallery

Livorno – Ci sono altri rossoblu da fermare. O meglio, da battere. Perché potrebbero essere possibili avversari con i quali a fine anno si faranno i conti per la salvezza. Per adesso la classifica dice che il Cagliari ha due punti in meno del Livorno, e sono due punti quantomeno da difendere con le unghie, ma che sarebbe meglio arrotondare.
L’avversaria Non è squadra di cui ci si può fidare quella di Diego Luis Lopez, l’ex giocatore che ha trascorso dodici anni con la maglia del Cagliari e che quindi conosce bene l’ambiente. E’ una formazione difficile da interpretare quella sarda, capace di ottimi exploit ma anche di ricadute non certo degne del suo livello. Basta guardare un inizio di campionato altalenante per capire di come si debba prendere, come si suol dire nel linguaggio popolare, con le “pinze”: vittoria in casa alla prima giornata con l’Atalanta, sconfitta a San Siro con il Milan, pareggio sul difficile campo della Fiorentina e quindi un nuovo pari, rocambolesco, con la Sampdoria nell’ultima giornata. Nicola non è certo uomo da farsi trovare impreparato, ma come affrontare questo Cagliari? Lopez dovrebbe puntare su una squadra che non verrà per giocare per il pari, come conferma il probabile tridente davanti con Pinilla, Ibarbo ed Ibraimi, con quest’ultimo che potrebbe anche fare la seconda punta, trasformando dunque la squadra in un 4-3-1-2 che vedrà a centrocampo il capitano Conti ma dalla quale mancherà Cossu, infortunato dell’ultimo minuto. Il tecnico argentino si tiene però qualche segreto: “Ekdal, Nainggolan e Cabrera, tutti e tre potrebbero sostituire Cossu.” Lopez ha più pensieri per come affrontare la partita del “Picchi”, cercando di schierare la formazione migliore senza pensare al successivo appuntamento con l’Inter:”Penso solo al Livorno. Sono una squadra in gamba, hanno già totalizzato 7 punti. Noi però non abbiamo paura, e non dovremo aspettare gli avversari ma fare un calcio propositivo. Dopo la beffa con la Sampdoria abbiamo voglia di giocare”. Il pareggio in extremis con i blucerchiati potrebbe aver infatti dato una motivazione in più al Cagliari, che come detto dal suo allenatore arriverà per fare la partita.
Statistiche Un totale di 24 incontri è quello che si conta per Livorno e Cagliari. I sardi hanno vinto e segnato di più, con le loro 9 vittorie e le loro 31 reti realizzate, contro le 5 affermazioni ed i 20 gol labronici. L’ultima volta al Picchi fu il 23 agosto 2009, per la prima giornata del campionato 2009-2010, che coincise con l’ultima partita in amaranto di Alessandro Diamanti, in uno 0-0 poco spettacolare. Da segnalare che in quell’occasione tra i sardi in campo scese anche Lopez, attuale allenatore del Cagliari.

Statistiche stagione 2013-2014

Livorno           Cagliari

6° Posizione 10°
7 Punti 5
4 Giocate 4
2 Vittorie 1
1 Pareggi 2
1 Sconfitte 1
6 Gol fatti 6
3 Gol subiti 7

 

 

Riproduzione riservata ©