Martelli e Pasqui sul gradino più alto del podio nei campionati italiani concept 2

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

Nella palestra monumentale del Foro Italico, domenica 16 marzo, si sono svolti i campionati italiani di concept 2. Mauro Martelli è certamente abituato a conquistar medaglie, ma Vittorio Pasqui è al suo primo podio tricolore. Cinque atleti in finale nei 2000 metri. Pasqui parte con ritmo elevato, tanto che ai 500 metri è già in vantaggio. Ai 1000 metri, sotto l’incitamento dell’amico Mauro, ha già il tricolore al collo. E qui la spinta diminuisce, a livello di inconscio. Tanto che, al termine, all’ascolto del tempo, ha un scatto, quasi di rabbia. In allenamento, da alcune settimana impiegava 8 secondi in meno.

Classifica finale

1° Vittorio Pasqui ( Sportlandia Livorno) 7’17”2

2° Mauro Calandrino ( Roma) 7’41”8

3° Paolo Rinaldi ( Trento) 8’00”

Poco dopo salivano sull’emergometro le squadre per la staffetta 4×500 pesi leggeri. Anche qui cinque formazioni per contendersi il titolo di campioni d’Italia. Mauro Martelli vogherà nella terza frazione, gli altri atleti sono Francesco Alonzi, Augusto Zamboni, ed Andrea Carbone.

Anche in questa gara si nota una partenza veloce. Ai 1000 metri i tempi danno ragione alla squadra livornese; ma i ritmi restano alti. Ed al traguardo saranno 17 i secondi di vantaggio sui secondi classificati. Da notare che, il tempo ottenuto dal team di Sportlandia, è stato inferiore di 1 decimo di quello ottenuto nella categoria “pesanti”.

Classifica finale

1° Sportlandia Livorno 6’01”3

2° Pro Sport Trento 6’18”07

3° Italina Fitness 6’22”8

Scesi dal podio, con tanto di medaglia al collo, Pasqui e Martelli hanno risposto alle domande dei giornalisti.
Vittorio Pasqui è felicissimo: “Innanzitutto vorrei esprimere la mia felicità di aver vinto un campionato con Mauro Martelli. Subito dopo mi viene l’obbligo di ringraziare i ragazzi, che fanno parte di Sportlandia, che mi hanno esortato a tornare alle gare, nonostante la mia età (60 anni, ndr). Infine non debbo dimenticare i Vigili del fuoco Tomei, che consentono, a me, ed ai ragazzi, di usufruire le loro strutture per gli allenamenti. Ed ora il mio pensiero va alla gara degli Over 40, vecchie glorie, il 4 maggio, sugli Scali Novi Lena”.

Anche Mauro Martelli è entusiasta di quanto fatto: “Dedico questa vittoria a mio zio, Gianni Cortopassi, recentemente scomparso. Poi il mio pensiero corre verso un amica, Rosanna di Ribolla che sta lottando per sconfiggere una grave malattia, con grande coraggio, e dignità”. Ricordiamo che i livornesi hanno gareggiato sotto il nome di “Sportlandia Livorno”, dove Martelli e presidente e Pasquì vicepresidente.

Riproduzione riservata ©