Ippodromo, apertura in grande il 31 luglio. Ingresso gratis

Previsti anche giri in pony per bambini. Nogarin: "Aver riaperto l’impianto una grande vittoria della città"

Mediagallery

di Gianni Picchi

Per entrare all’ippodromo e raggiungere il luogo dove avverrà la conferenza stampa per la riapertura per la stagione 2014 dobbiamo fare una vera e propria gimkana fra giardinieri che potano alberi, operai intorno a bar e ristorante per rendere agibili le strutture, mezzi meccanici sulla pista affinché il manto possa accogliere cavalli e fantini in modo positivo. Tutti a lavorare con l’intento di essere pronti il giorno dell’apertura fissato al 31 luglio. Da una parte le squadre messe in campo dall’Amministrazione Comunale, dall’altra quella della Livorno Galoppo, che ha peso la nuova gestione dell’ippodromo.
Ad illustrare il programma l’amministratore delegato Christian Walter: “Il Caprilli deve ritrovare il suo ruolo nel palinsesto nazionale dell’ippica. Il nostro intento sarà valorizzare l’impianto e mantenere i posti di lavoro (10 in totale). Un impianto che resterà aperto 365 giorni all’anno per offrire ai livornesi, e non solo, lo spettacolo dei cavalli ma anche altri tipi di eventi. Saranno migliorate le strutture, come bar e ristorante, quelle audio e video e la funzionalità del terminal abilitato per le scommesse. Inoltre miglioreremo la pista e i box per accogliere i cavalli il giorno della corsa. E non abbiamo dimenticato i bambini, il nostro futuro. All’interno dell’impianto troveranno alcuni pony. D’altronde, i grandi campioni di formula uno hanno iniziato con il go-kart, i grandi fantini hanno iniziato con i pony. E saranno organizzate vere e proprie corse con tanto di premi”.
Dopodiché è stato presentato il calendario. Con le corse si partirà il 31 luglio. Ad agosto partenza il 3 per continuare il 6,10,14,17,21,24 e 28. L’ingresso sarà gratuito per ogni serata di corse.
Il 3 agosto apertura ufficiale con 6 corse alla presenza delle autorità. Il 10 la 74° edizione della Coppa del Mare, handicap Principale per cavalli di 3 anni con un premio di € 33.000, distanza 2.250 metri. Il 17 la 106° edizione del Criterium Labronico, Condizionata di cavalli di 2 anni con un premio di € 33.000, distanza 1.500 metri. Il 24 il Premio Livorno, Handicap Principale per cavalli di 3 anni ed oltre, con un premio di € 30.800, distanza 1.500 metri. Nella stessa data, 24 agosto, torna il Palio dei Rioni di Livorno, Handicap per cavalli di 3 anni de oltre, con un premio di € 13.000, distanza 1.950 metri. Si tratta di una programmazione attrattiva per il pubblico appassionato complementare al palinsesto nazionale.
Subito dopo ha perso la parola il presidente della Livorno Galoppo, Francesco Tabone, il quale dopo aver ringraziato il sindaco e l’Amministrazione Comunale ha tenuto a precisare: “Per noi la stagione ippica poteva partire domenica 27 avendo mandato tutti gli incartamenti nei primi giorni di luglio all’ufficio competente e calcolando i 15 giorni di assenso non assenso. Purtroppo ci è stato detto, dietro nostra richiesta, che non era pronto il “foglio antimafia”. Quindi ecco motivato il rinvio a al 31 luglio. Per potere dare maggior visibilità a tutto il progetto sarà costituito un “Centro Ippico” dove si svolgerà la formazione per diventare fantini. Inoltre si svolgeranno meeting internazionali con la presenza di fantini a livello mondiale. Questo farà parte della programmazione invernale, che stiamo già elaborando per essere pronti a settembre”.
La parola quindi a Nogarin: “Dopo appena 4 giorni dal mio incarico di sindaco mi sono occupato del Caprilli. Aver riaperto l’impianto è una grande vittoria della città e dell’Amministrazione. Il mio primo applauso va a coloro che hanno lavorato, ognuno per le sue competenze, per raggiungere questa vittoria. Tutto questo fa parte di un progetto per rilanciare Livorno. Per la nuova struttura degli assessorati, in questo caso Sport, Cultura e Turismo, potremo avere una squadra che, sono sicuro, raggiungerà grandi traguardi”.
In chiusura Giuseppe Botti, consigliere della Livorno Galoppo: “Il nostro lavoro è per dare un volto regionale all’ippodromo per farlo tornare ai fasti degli anni passati quando, io milanese, venivo nel periodo estivo a Livorno e molte serate le passavo in questo impianto. Vorrei sottolineare che tutti i fornitori sono livornesi”.
All’interno dell’ippodromo sarà messo in opera uno stand “Punto salute”, dove saranno effettuati, gratuitamente, vari streaming con l’ausilio di una equipe qualificata di medici ed infermieri. Il gruppo di lavoro è guidato dal dr. Mori Ubaldini, dr. Bianchi, dr. Scali, Farmacie Comunali, dr. Pellini, Federfarma.

 

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Ombretta Lazzeri

    Bravo Nogarin dopo porta a mare,un’altra riapertura,più veloce della luce..

  2. # Luca

    Anni di discussioni, di progetti, di problemi occupazionali e tutto si risolve come con una bacchetta magica. Tra l’altro anche gratis. Scusate ma c’e’ qualcosa che non torna come il ritardo di un mese per l’apertura fissata per il 27 giugno e rinviata al 31 luglio

  3. # Il fustigatore

    No no ma credete pure che sia merito di nogarin. Ma lo usate il cervello?

  4. # Amaranto58

    Il 17 agosto c’ è’ la partita Di Coppa Italia del Livorno all’Ardenza. Nessuno ne ha tenuto conto.

  5. # roberto

    Nogarin o non …..un vedo l’ora di andarci ..chi un vo’ veni’ vada alla festa dell’unita’ …ahhaahhh…portalo via Parravani ,,,,,,,

  6. # Conoscere per Decidere

    Bravo Nogarin….?
    Ma chi ha fatto il bando di gara per riaprire il Caprilli? La giunta Nogarin?
    Ma i 7 consiglieri del PD…sono in grado di pronunciare qualche parola su questa questione?