Acque Libere: riscatto di bronzo per Luca Ferretti

Mediagallery

La medaglia, quella, non manca mai. Così, dopo una 10 km per rompere il ghiaccio, Luca Ferretti (Marina Militare/Nuoto Livorno) è salito sul terzo gradino del podio della quinta cronometro alle spalle di Federico Vanelli (l’uomo più in forma del momento dell’Italfondo) e di Simone Ercoli, autentica “volpe” nel seguire la scia di Vanelli che l’ha portato dritto dritto al secondo posto.
Cinquantasei minuti e 56 secondi, invece, il crono con il quale il capitano livornese ha completato il percorso dei Campionati Italiani Assoluti di nuoto in Acque Libere allestito sul lungolago di Bracciano antistante il centro dell’Areonautica Militare (località Vigna di Valle); un podio che, al momento, lascia un po’ tutti sulle spine per quel che riguarda la qualificazione agli Europei di Berlino (13-17 agosto) visto che i criteri di selezione parlando un linguaggio forte e chiaro, in aggiunta al campione nazionale qualificato di diritto: “Nel caso in cui un atleta risulti vincitore in più di uno dei Campionati Italiani (è il caso di Vanelli con 5 e 10 km, ndr) sarà il commissario tecnico che deciderà la conferma o meno della qualificazione a più gare; si tenderà ad escludere comunque la partecipazione a più di due gare per atleta. La squadra sarà completata, sino ad un massimo di tre atleti gara per sesso, sulla base delle scelte che il commissario tecnico proporrà alla Federazione italiana Nuoto”.
Ottima gara anche per Nicola Bolzonello (Carabinieri/Veneto Banca Montebelluna ma di stanza Livorno dallo scorso settembre), salvo un arrivo esterno all’imbuto che lo ha costretto a rivedere la rotta e a salutare, di conseguenza, un potenziale (prezioso) quarto posto; 12esimo il debuttante Nico Manoiussakis in 1h00’29.
La prima giornata (dedicata alla 10 km) si era invece consumata in un concentrato di luci e ombre frutto dei ritiri di Ferretti e Ludovica Galli a circa 7,5 km a causa di alcuni intoppi con il costume; assai positivo l’esordio nella distanza olimpica di Manoussakis, 13esimo in 1h57’35 al termine di una gara oculata e terminata con uno sprint degno di nota.
Medesima analisi per Giulia De Fusco (Marina Militare/Nuoto Livorno), 8° tra le femmine con un finale da velocista (2h01’54), e Bolzonello, 6° (senza contare la presenza degli stranieri) in 1h’53’’19 grazie a una gara ricca di spunti interessanti.

 

Riproduzione riservata ©