“Un uomo chiamato March” in prima assoluta ai Quattro Mori

Mediagallery

di GIANNI PICCHI

LIVORNO – “Un uomo chiamato March” sarà proiettato in prima visione nazionale al cinema 4 Mori il 21 ed il 22 ottobre, alle  20,30. Il film è stato fortemente voluto da Antonio Cristiano, regista che   ha scritto il copione ed interpretato il grande artista livornese. Per Giovanni March essere nato a Tunisi (1884) è un dettaglio ininfluente, dal fatto che i genitori dovettero lasciare Livorno per cercar miglior fortuna. Rientrò nel 1906, dopo la morte del padre. Inizialmente fece vari lavori per aiutare la famiglia. Imbianchino, pescatore, ed infine presso una ditta di decorazioni. Iniziò a pitturare nel 1916. I suoi soggetti preferiti erano le campagne livornesi. Ludovico Tommasi, prima violinista, e poi pittore, è stato il primo che lo spinge a continuare.

Deve lasciare colori e pennello per andare a combattere nella zona di Bassano del Grappa. Al termine, però, si dedicò totalmente alla pittura, grazie al commerciante Paolo Fabbrini. E lo troviamo alla Bottega dell’Arte (1924), a Bologna alla mostra degli Arrisicatori, alla Galleria l’Esame di Milano, ed alla 2° Mostra Marinara a Roma.

Il suo animo di artista lo porta a cercare nuovi mete, e, nel 1928, và a Parigi. E lo troviamo al 35° Salon de Braux-Artes, alla Galleria Artistique, ed alla Galleria M.M. Berheim Jeune Editeurs d’Arts con una personale.

Firenze lo ammira in una sua personale nel 1931. Dopo si trasferisce a Roma; ma nel 1951 torna a Parigi, dove si presenta con diverse mostre personali, e mostre collettive.

A Parigi lavora con un suo grande amico, Giovanni Sircana ( 1967). Tre anni dopo fonda Toscana Arte, fà parte del Gruppo Labronico, e contribuisce alla nascita del Cenacolo della Valle Benedetta. Muore nel 1974.

Questi alcuni cenni per riportare alla mente il grande artista, ma sedendosi su di una poltrona per assaporare il  film, conosceremo sicuramente meglio Giovanni March, sia come uomo, sia come pittore.

Il Cast

Antonio Cristiano, Giacomo Carolei, Pietro Fornaciari, Conny Amato, Gianni Picchi, Giuseppe Pierozzi, Sabrina raglianti, Giuliano Chiarello, Veronica Tecce, Adriano Ceccarini, Umberto Napolitano, Sandro Silvestrini, Emanuele Miceli, Donatella Piras.

Musiche: Pino Scarpettini.

Regia: Antonio Cristiano.

Aiuto Regia Giuliano Gallerini.

Operatore: Sergio Cioni.

Audio Mauro Orsolini.

Fotografo di scena: Giuseppe Abate.

Produzione. Gicox Film Milano

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Giulia

    Bravissimo !!!

I commenti sono chiusi.