Superbo connubio tra musica e arte al tribunale di Livorno. Gli Avvalorati hanno fanno centro

di gniccolini

Mediagallery

L’Associazione Accademia degli Avvalorati ringrazia in primis il presidente del Tribunale, Vincenzo Martorano , per aver concesso il permesso straordinario per la realizzazione del concerto di musica sacra cattolica e protestante all’interno della Cappellina dei Gesuiti del Tribunale di Livorno e la Guardia Giurata Mirco Cavallini senonchè grande appassionato della storia del Palazzo del Tribunale di Livorno e tutti i patrocinatori e chi ha contribuito alla Rassegna Six Concerts for Toursit in Livorno che vedrà altri tre appuntamenti a seguire in Camera di Commercio, Palazzo Granducale e Area Porto della Capitaneria-Guardia Costiera.

Il connubio tra arte-storia-cultura e musica è riuscito perfettamente grazie alla sinergia tra l’Ass. Accademia degli Avvalorati, le Guide Storiche di Livorno e l’Ass. Livorno delle Nazioni. Il concerto per fisarmonica classica (Massimo Signorini) saxofono soprano (Marco Vanni) e soprano (Lisa Lillie), ha esaltato la cornice particolare storica di questo luogo sconsacrato ma pregno di vita vissuta nel lontano XVIII secolo. Un angolo di storia e di musica riscoperto e riconsegnato anche se per poche ore alla conoscenza dei livornesi e dei turisti.

Le musiche di G. Caccini, J.P. Schulthesius, J. Pachelbel, J.S. Bach, e di F, Schubert hanno regalato al pubblico emozioni e differenti sentimenti emanati dalla musica sacra cattolica e protestante. L’attenzione è ricaduta soprattutto sul grande compositore, letterato e pastore della chiesa olandese alemanna J.P. Schulthesius che visse e morì a Livorno nel XVIII secolo. Un ulteriore ricerca storica musicale da parte dell’Ass. Accademia degli Avvalorati è stata quella di unire in un ex luogo di culto Gesuita le composizioni musicali gesuite del XVIII secolo realizzate dal compositore pratese Domenico Zipoli e da altri compositori soprattutto tedeschi e spagnoli nelle lontane terre del SudAmerica (Bolivia, Guatemala, Perù etc…) dove i Gesuiti con l’arte, la musica e la fede nelle cosiddette Riduzioni Gesuite portavano alla conoscenza degli Indios la “la Parola di Gesù”. E con la scoperta nel 1972 di circa 5.000 manoscritti di musiche sacre composte nel SudAmerica per organici variabili comprendenti violini, viole. violoncelli e organi portativi, si è aperta la strada allo studio musicologico di questo importante repertorio musicale. Una piccolissima parte di questa repertorio è stato eseguita proprio domenica scorsa nella stupenda acustica della Cappellina dei Gesuiti.

Il pubblico presente ha riempito interamente la Cappellina dei Gesuiti e con grande entusiasmo ha applaudito gli interpreti del concerto, rimanendo entusiasti anche di ciò che hanno potuto vedere e ascoltare. Il Prossimo appuntamento è fissato per giovedì 5 settembre alle ore 11.30 sotto il loggiato storico della Camera di Commercio di Livorno con il concerto per fisarmonica classica e flauto traverso e con l’ausilio fondamentale per la storia della Camera di Commercio delle Guide Storiche Livorno e dell’Ass. Livorno delle Nazioni. L’ingresso è gratuito con la possibilità di lasciare liberamente un piccolo contributo volontario all’Ass. Accademia degli Avvalorati.

Per ulteriori dettagli si prega di visitare il sito web www.accademiadegliavvalorati.it

Riproduzione riservata ©

1 commento

 

I commenti sono chiusi.