Sul palco del rapper una nuova testa di Modì

Mediagallery

Fra pochi giorni, venerdì 25 luglio, in occasione dell’inaugurazione di Effetto Venezia (clicca qui per leggere il programma della kermesse), verranno esposte al grande pubblico dopo anni di abbandono e dimenticatoio, all’interno di una mostra a loro dedicata (nella foto gentilmente concessa da Novi/LaNazione). Stiamo parlando delle false Teste di Modì che i tre “ragazzacci” labronici gettarono nei fossi nel luglio del 1984.
A distanza di 30 anni da quel giorno il 21 luglio sul palco di Caprezza in concerto a Roma (che alle teste di Modì ha dedicato una canzone, clicca qui per ascoltarla) saliranno Michele Ghelarducci, Francesco Ferrucci e Pietro Luridiana (gli autori della storica beffa) per creare estemporaneamente con tanto di trapano elettrico, un’altra “vera-falsa-testa-di-Modì”. Una sorta di rivincita nel giorno dell’anniversario di quello scherzo che sconvolse e tese uno sgambetto a tutta Italia e ai critici d’arte più accreditati.

Riproduzione riservata ©