Libri. La parola a Enrico (Berlinguer)

Mediagallery

A trenta anni dalla morte di Enrico Berlinguer, le Edizioni Erasmo pubblicano i quattro discorsi tenuti a Livorno in occasioni distinte: da segretario della FGCI nel 1950, da vicesegretario nel 1972 e da segretario generale del partito nel 1975 e nel 1979.
Nel volume sono riportati anche foto, ricordi e testimonianze di militanti che ebbero la possibilità di conoscere personalmente e in varie occasioni il segretario del PCI.

Il libro “La Parola a Enrico – incontri con Berlinguer a Livorno”, Edizioni Erasmo, a cura di Maurizio Mini e Mauro Nocchi, introduzione di Mario Baglini, sarà presentato giovedì 12 giugno, alle ore 18, nell’Auditorium Pamela Ognissanti della Circoscrizione 1, via Piero Gobetti, 11. La presentazione del libro, presenti gli autori e l’editore Franco Ferrucci, sarà preceduta dalla proiezione di un documento video su Enrico Berlinguer.

“I discorsi pubblicati in questo volume furono tenuti da Berlinguer a Livorno in quattro occasioni distinte, a distanze variabili di tempo gli uni dagli altri: da segretario della FGCI nel 1950, da vicesegretario nel 1972 e da segretario generale del partito nel 1975 e nel 1979. Vi furono altre occasioni di presenza di Berlinguer in città e in provincia, e sicuramente vi furono anche altri discorsi, dei quali però non si conoscono i testi integrali, ma solo qualche riassunto nelle cronache giornalistiche. A trenta anni dalla sua morte la pubblicazione di quei quattro discorsi non vuole essere solo un omaggio a un leader tra i più importanti e popolari della storia recente d’Italia, né soltanto l’occasione per rievocare pagine drammatiche e decisive della storia nazionale troppo abbandonata alla memoria labile e provvisoria di coloro che le vissero; vuole anche essere un contributo alla conoscenza dei processi dai quali derivano le condizioni del nostro tempo e del nostro paese; un tentativo di riannodare il filo del rapporto tra presente e passato, nella consapevolezza delle difficoltà ma anche dell’assoluta necessità di una simile operazione specialmente per chi ha vissuto quegli anni e che vivono però i drammi del nostro mondo attuale.” (dall’introduzione di Mario Baglini).

Il volume è corredato di numerose foto e contiene ricordi e testimonianze di militanti che ebbero la possibilità di conoscere personalmente il segretario del PCI o che vissero esperienze politiche significative dagli anni ’50 fino al 1979: dalla presenza di Berlinguer negli anni ’50 a Livorno alla manifestazione in piazza della Repubblica con il segretario del Partito Comunista Spagnolo, Santiago Carrillo, che fu clandestino a Livorno sotto la dittatura franchista, ma anche le vacanze elbane che videro i comunisti di Livorno impegnarsi nell’ospitalità e nella scorta del segretario del PCI che negli anni ’70 era un obiettivo sensibile per i terroristi.

Il volume (156 pagine – 17 Euro) è curato da:

Maurizio Mini, giornalista e collaboratore della Casa Editrice Erasmo per la quale ha pubblicato “Livorno dalla musica americana al Jazz. La Storia, le Storie” (scritto assieme a Andrea Pellegrini), ed è intervenuto su altre pubblicazioni della stessa Casa Editrice;
Mauro Nocchi, dirigente prima del PCI poi dell’Arci, per la Casa Editrice Erasmo ha curato, assieme a Mario Baglini, il volume “Fascisti a Livorno e provincia”;
Mario Baglini, ha insegnato storia e filosofia al liceo classico di Livorno; ha pubblicato per Erasmo “Violenza, amori e abbandoni.Storia di tre donne dell’Ottocento”; ha curato con Mauro Nocchi “Fascisti a Livorno e provincia”. E’ autore de ”Le memorie di Giuliano Ricci” per B&C.

 

Erasmo Editore www.edizionierasmo.eu

Erasmo Libreria [email protected] – www.gaiascienza.it
Negozi
Libreria Erasmo
via degli Avvalorati, 62, tel. 0586 211015
aperta dal lunedì al sabato: 9.30-12.30; 15.30-19.30
Libreria Gaia Scienza-Erasmo
viale Trieste, 142, Rosignano Solvay, Cala de’Medici, tel. 0586 760892
aperta dal martedì al giovedì: 15-19;
dal venerdì alla domenica: 10-12.30; 15.00-19

 

Riproduzione riservata ©